Coppa Italia, Fiorentina Sampdoria 3-2: le parole dei due tecnici

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui
Pioli - Allenatore della Fiorentina.jpg

Pioli – Allenatore della Fiorentina

La Fiorentina di Stefano Pioli batte la Sampdoria di Giampaolo per 3-2 e approda ai quarti di Finale di Coppa Italia, dove affronterà la vincente tra Lazio e Cittadella.

La partita

La partita è stata molto divertente ed è stata caratterizzata da molti episodi che hanno portato l’arbitro Abisso a fischiare tre rigori: due a favore della Fiorentina, uno a favore della Samp. Entrambi i tecnici hanno optato per un turnover molto limitato con Pioli che ha dato spazio a Babacar, a Dragowski e Saponara dal primo minuto e con Giampaolo che ha schierato Puggioni tra i pali, Capezzi regista di centrocampo, Alvarez sulla trequarti e Caprari a guidare l’attacco insieme all’immancabile Duvan Zapata.
Neanche il tempo d’iniziare la partita che la Fiorentina passa subito in vantaggio con Babacar: l’attaccante scuola viola, sfutta l’ottimo  assist di Benassi, insaccando alle spalle di Puggioni.
Dopo un avvio convincente della Fiorentina, la Sampdoria prende campo e prova più volte a trovare la via del pareggio, anche se è nuovamente la Fiorentina ha sfiorare il goal con Pezzella. Al 39esimo però è la Sampdoria ha segnare con Barreto che, sugli sviluppi di un corner, segna l’1-1 in mischia. Nell’intervallo, il tecnico della Sampdoria, inserisce Lucas Torreira al posto di un deludente Capezzi ma, a fare la gara, è la Fiorentina che trova il goal del vantaggio grazie al rigore trasformato da Veretout. La Sampdoria non si arrende e sfiora il goal del pareggio colpendo due legni, prima con Barreto e poi con una splendida punizione di Caprari ma, il goal del momentaneo 2-2, arriva grazie ad un altro calcio di rigore trasformato da Ramirez. Quando la partita sembra ormai volta al termine, il Var concede un altro rigore alla Fiorentina, che viene trasformato nuovamente da Veretout.

Leggi anche:  Rivoluzione Toro, Nicola e Ventura gli uomini della promozione!

Le parole dei tecnici

Stefano Pioli:  “E’ stata una partita strana, che abbiamo sbloccato abbastanza velocemente ma che abbiamo pensato un po’ troppo a gestire: ci è mancata la profondità anche se c’erano spazi. I nostri avversari hanno qualita’ e forza, abbiamo concesso qualcosa ma ci abbiamo creduto fino alla fine. e’ un passaggio di turno che la squadra ha voluto fino in fondo (…) abbiamo cambiato tanto e lo abbiamo fatto forse con tempi un po’ lunghi, ma era giusto fare così, abbiamo ritenuto che un ciclo era finito e bisognava riaprirne un altro – ha dichiarato il tecnico della Fiorentina ai microfoni di Rai Sport – quest’anno proveremo a toglierci qualche soddisfazione ma soprattutto a costruire una base solida per i prossimi anni. Babacar? Stimo il giocatore per le sue qualita’, tra l’altro stasera ha giocato nonostante un malessere prima di andare in campo. Non stava benissimo fisicamente, ha fatto pero’ una prestazione buona, ha segnato e si e’ guadagnato un rigore, ma non deve accontentarsi, ha qualita’ per giocare cosi’ bene con continuità”

Leggi anche:  Pagelle Inter - Juventus 2-0 : centrocampo dominante, Juve troppe insufficienze gravi.

Giampaolo: “I rigori sono una cosa seria, non una roba da gioco virtuale. Ho dei dubbi, specie sul rigore del 3-2 finale. L’arbitro non mi è piaciuto così come non mi è piaciuta la squadra, soprattutto nel primo tempo. Anche se, in certi episodi, siamo stati poco fortunati e credo che alla fine avremmo meritato perlomeno di andare ai supplementari”

  •   
  •  
  •  
  •