“Cristiano Ronaldo dovrebbe stare in carcere”, il portoghese accusato di un’ingente frode fiscale

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui


Cristiano Ronaldo
torna a far parlare di sé, ma questa volta non per un gol, un trofeo o una nuova capigliatura bensì per una presunta frode fiscale. Secondo quanto riporta “El Mundo“, Caridad Gomez Mourelo, responsabile della sezione frodi fiscali del governo ha stimato in circa 15 milioni di euro (14.7 secondo la stampa spagnola) la presunta evasione del fuoriclasse portoghese del Real Madrid.

“La frode fiscale di Cristiano Ronaldo è importantissima, in questo momento ci sono in prigione persone che hanno evaso per 125mila euro”, queste le parole, riportate dal quotidiano spagnolo,  del responsabile del governo secondo cui il cinque volte Pallone D’Orodovrebbe stare in carcere“. Dichiarazione gravissima a cui si aggiunge anche un’altra accusa: “La frode è molto rilevante. L’evasione di almeno quattro reati fiscali è completamente volontaria, non è una discrepanza puramente tecnica come ha affermato la difesa del calciatore. Ronaldo ha utilizzato paradisi fiscali per la tassazione dei suoi diritti d’immagine”.

Già a luglio, CR7 si difese dalle stesse accuse di evasione, dichiarandosi innocente: “Se non mi chiamassi Cristiano Ronaldo, non sarei qui, il fisco spagnolo conosce nel dettaglio tutte le mie entrate perché ho sempre dichiarato tutto e chi mi conosce sa quello che chiedo ai miei consulenti: che venga pagato tutto perché non voglio problemi“. Evidentemente però, la questione è più grave del previsto e a Cristiano Ronaldo toccherà spiegare tutto davanti ad un giudice, come già successo in precedenza ad altri celebri personalità del mondo dello sport e non solo.

  •   
  •  
  •  
  •