EFL Cup, Ibra non basta. Manchester United eliminato dal Bristol City. Chelsea ok

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui


Sorpresa in EFL Cup, ovvero la Coppa di Lega inglese, con il Manchester United di José Mourinho che cade in casa del Bristol City, formazione di seconda divisione vincente 2-1. Una partita dalle mille emozioni quella andata in scena ieri sera, confermando la spettacolarità del torneo inglese incerto fino alle ultime fasi della coppa. E’ anche vero che i Red Devils sono scesi in campo con parecchie riserve, però ciò non toglie i grandi meriti del Bristol City che grazie ad una prestazione coriacea ed intensa, ha sconfitto meritatamente i campioni della scorsa Europa League. Il conteggio dei tiri verso lo specchio della porta si equivalgono quasi, confermando come la compagine dilettantistica abbia guadagnato l’accesso alle semifinali della Coppa di Lega inglese mettendo in seria difficoltà lo United di un totem come Mourinho.
I padroni di casa sono andati in vantaggio con la rete siglata al 51′ da Joe Bryan, a cui ha risposto Zlatan Ibrahimovic dopo solo 7′, tornato in campo dal primo minuto dopo quasi 8 mesi. Nei minuti di recupero è Korey Smith a regalare il successo al Bristol, che così può sognare andando a sfidare il Manchester City di Guardiola nella semifinale di EFL Cup che si terrà in due match tra andata e ritorno nel mese di gennaio 2018.

Stesso risultato nell’altro match della serata con il Chelsea di Conte che ha sconfitto senza sorprese, ma con un po’ di fatica, il modesto Bournemouth grazie alle reti siglate da Willian nel primo tempo e da Alvaro Morata allo scoccare del 91′, appena un minuto dopo il pareggio degli ospiti realizzato da Gosling. Anche i Blues come lo United hanno giocato con parecchie riserve e ciò può spiegare parzialmente la fatica nel raggiungere la qualificazione, ma lo sforzo dei giocatori di Conte è bastato per guadagnarsi l’accesso alle semifinali del prossimo mese di gennaio contro l’Arsenal, che ha sconfitto il West Ham. Si preannuncia un match caldissimo tra i Gunners di Wenger ed i Blues di Conte.

  •   
  •  
  •  
  •