Fantacalcio, i consigli per la 16a giornata. Dybala rischia in Juventus-Inter, Insigne titolare?

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui


Conto alla rovescia quasi scaduto, la Serie A e il Fantacalcio ripartono e lo fanno nel migliore dei modi. E’ il weekend del Derby d’Italia tra Juventus-Inter. La giornata di campionato sarà aperta da Cagliari-Sampdoria alle 18 che farà da aperitivo all’importantissima sfida dello Stadium tra i bianconeri e i nerazzurri. Un successo della Juve contro la capolista mischierebbe ulteriormente le carte e confermerebbe la tesi secondo cui la Vecchia Signora è la vera squadra da battere per lo scudetto.
La domenica della 16a giornata vede impegnate anche la Roma in trasferta contro il Chievo e il Napoli, in casa, contro la Fiorentina. Tre saranno le sfide salvezza del pomeriggio mentre in serata   sarà il turno del Milan di Gattuso, alla prima in casa con il nuovo tecnico, contro il Bologna. La giornata di Serie A terminerà lunedì sera con i due posticipi tra Genoa-Atalanta delle 19 e Lazio-Torino delle 21.
Fantacalcio, i consigli per la 16a giornata e le ultime dai campi

Cagliari-Sampdoria, sabato ore 18

I sardi arrivano dal pareggio in trasferta contro il Bologna. La squadra di Lopez dovrà fare a meno di Barella squalificato al suo posto Dessena. Modulo scelto 3-5-2 o 3-5-1-1 con Joao Pedro a supporto dell’unica punta Pavoletti. L’attaccante ex Napoli è alla ricerca del gol, schieratelo. La Samp vola in Sardegna a caccia dei tre punti. In avanti Caprari reclama spazio al posto di Ramirez per supportare il duo Zapata-Quagliarella. Out Linetty. Strinic recupera ma Murru, ex di giornata, appare leggermente favorito. Puntate sullo strapotere fisico di Zapata.

Juventus-Inter, sabato ore 20.45

Match fondamentale per la classifica. Il Derby d’Italia è la partita più sentita dell’intero campionato. Allegri ha molti dubbi da sciogliere. Sembra certo il forfait di Buffon, con Szczesny titolare. In difesa Benatia e Chiellini sicuri del posto, De Sciglio a destra. A sinistra ancora ballottaggio tra Asamoah e Alex Sandro con il brasiliano, decisivo in Champions con l’assist a Cuadrado, in rimonta sulle preferenze del mister. In mezzo al campo toccherà a Matuidi, Pjanic e Khedira in ballottaggio con Marchisio. In avanti il grande escluso sarà Dybala, con Higuain prima punta e Douglas Costa, Cuadrado e Mandzukic che si giocano la titolarità nel tridente offensivo. Il Pipita è tornato quello infallibile sotto porta impossibile non schierarlo. La sorpresa, rischiosa, potrebbe essere proprio il grande escluso, Dybala. L’argentino scenderà in campo a partita in corso e potrebbe risultare decisivo con la sua verve. Pensateci.
L’Inter capolista è chiamata all’esame Juve. Spalletti ritrova Vecino e Gagliardini a centrocampo, saranno loro i titolari con Borja Valero trequartista. Tridente offensivo classico, Perisic “caldissimo” in zona gol, Candreva e Icardi, cecchino assoluto. In difesa torna Miranda titolare con Ranocchia che si accomoda in panchina. Santon in vantaggio ancora su Nagatomo. Sarà una partita dura che probabilmente si giocherà sui nervi, occhio ai cartellini gialli per tutti i centrocampisti che sarnano impiegati in questa gara.

Chievo-Roma, domenica ore 12.30

Gli uomini di casa ritrovano Pucciarelli e Gobbi. In difesa Tomovic sarà titolare. Dubbio in avanti con Inglese sicuro del posto e Meggiorini in ballottaggio proprio con il ritrovato Pucciarelli. Birsa sempre efficace sulle palle inattive da schierare.
Roma che dovrà fare a meno di De Rossi squalificato. Gonalons prenderà il posto del capitano giallorosso. Turnover sulle corsie esterne con Bruno Peres ed Emerson Palmieri che possono sostituire Florenzi e Kolarov. In avanti Schick potrebbe avere la sua occasione dal primo minuto, con Dzeko ed El Sharaawy nel tridente offensivo. Il bosniaco vuole salire nella classifica dei capocannonieri, da schierare.

Napoli-Fiorentina, domenica ore 15

Il Napoli deve ripartire. Gli uomini di Sarri, dopo la delusione in Champions League, devo riprendere il cammino in campionato. Il grande punto interrogativo si chiama Insigne. I problemi alla zona del pube non sono totalmente risolti, ma Lorenzino vuole esserci per la sua squadra specie in un momento della stagione così importante. Sarri dovrà decidere se rischiarlo o dare spazio ad uno tra Ounas e Zielinski. Torna Jorginho dall’inizio a centrocampo, mentre in difesa si rinnova il ballottaggio Maggio-Mario Rui. Mertens non segna da alcune partite, è il caso di puntare sul belga per il +3.
La Viola si presenta al San Paolo reduce dalla buona vittoria contro il Sassuolo. Thereau ritrova la titolarità in attacco dopo l’infortunio e sarà forse l’uomo chiave per guidare le azioni pericolose dei toscani. Con lui Chiesa e Simeone completano il tridente offensivo. Panchina per Babacar. Unico ballottaggio in difesa: Laurini e Gaspar si giocano una maglia per la fascia.

Spal-Verona, domenica ore 15

Primo match salvezza della giornata. Antenucci recupera e si candida per essere titolare accanto a Paloschi. Bonazzoli, Borriello e Floccari verso la panchina. Schiattarella potrebbe partire dall’inizio. Attenti ai bonus del numero 28 della Spal. In difesa squalificato Felipe.
Il Verona deve valutare le condizioni di Pazzini, al suo posto è pronto Valoti con Kean in alternativa. Cerci e Verde completano il reparto offensivo veronese. Out Zuculini, occasione per Fossati o Buchel.

Udinese-Benevento, domenica ore 15

I friulani sono guariti grazie alla cura Oddo. Il passaggio del turno in Coppa Italia e i tre punti conquistati contro il Crotone hanno rianimato la squadra che ora cerca la vittoria anche contro il Benevento. Lasagna e Maxi Lopez in attacco, quest’ultimo consigliatissimo sembra aver ritrovato lo spirito giusto per tornare a buoni livelli. Angella è in dubbio in difesa ma è pronto Larsen a prenderne il posto. A centrocampo nessun dubbio. Fofana, Barak e Jankto.
Il Benevento ha trovato il primo punto storico in Serie A contro il Milan. Ora inizia la rincorsa alla salvezza. Cataldi squalificato, Viola, rigorista, al suo posto. De Zerbi recupera Ciciretti, importantissimo per le speranze sannite. Brignoli tra i pali, stupirà ancora?

Sassuolo-Crotone, domenica ore 18

Poche novità per le due squadra. Negli emiliani il dubbio è Acerbi, non in perfette condizioni. Stringerà i denti per esserci. Duncan torna titolare. In attacco Falcinelli preferito a Matri. Il Crotone potrà contare sul nuovo tecnico Walter Zenga. Out Nalini, Budimir torna dalla squalifica e guiderà l’attacco. Si può puntare sul bomber croato.

Milan-Bologna, domenica ore 20.45

Prime due uscite deludenti per il Milan di Gattuso reduce dal pareggio contro il Benevento e la sconfitta in Europa League. Per la prima in casa, davanti all’esigente pubblico del Meazza, il nuovo tecnico vuole la vittoria. L’idea è la difesa a quattro con Abate e Rodriguez terzini. Squalificato Romagnoli sicuri Bonucci e Zapata titolari. Montolivo è in vantaggio su Biglia a centrocampo mentre in attacco saranno ancora Bonaventura e Suso a supportare Kalinic. Attenti a Kessiè, sorpresa di giornata.

Genoa-Atalanta, lunedì ore 19

Ballardini ha riportato serenità e soprattutto risultati positivi. La sfida contro “l’Euro” Atalanta è difficile ma i rossoblù ci proveranno. In forte dubbio Laxalt, pronto Migliore al suo posto. In avanti Taarabt e Pandev che sta vivendo una seconda giovinezza. Consigliato.
La Dea arriva dal successo di coppa. Gomez leggermente acciaccato dovrebbe comunque essere della partita. Petagna favorito su Cornelius. Ilicic titolare. Cristante in mezzo al campo, è la sua stagione, schieratelo.

Lazio-Torino, lunedì ore 21

Solito undici per la Lazio di Simone Inzaghi. Nessuna sorpresa per i biancocelesti che si affideranno a Immobile in attacco supportato da Luis Alberto e Milinkovic Savic. L’attaccante italiano cerca il gol dell’ex, consigliato.
Nel Torino Ansaldi è out, ecco Molinaro o Barrecca al suo posto. Obi e Acquah si giocano il posto in mezzo al campo con Baselli e Rincon. Tridente offensivo con Iago Falque, Ljaic e Belotti. Panchina per Niang. La sorpresa potrebbe essere Baselli, bravo nelle conclusioni dalla distanza. Burdisso sconsigliato contro la rapidità dei laziali.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •