Fiorentina: il punto dopo la vittoria con il Sassuolo

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

La vittoria di domenica con il Sassuolo fa rivedere la luce alla Fiorentina, che non prendeva i tre punti dal 25 ottobre, quando piegò per 3-0 il Torino dell’ex Sinisa Mihajlovic. Da allora, due sconfitte (una clamorosa, in quel di Crotone) e due pareggi: uno scialbo con la Spal a Ferrara e uno fortunoso a Roma con la Lazio, grazie ad un rigore decretato dal Var. Anche ieri come allora, un 3-0 liscio, scacciacrisi, per ricominciare a salire la classifica. Certo, con rispetto parlando, il Sassuolo non è parsa ancora una squadra temibile, e il cambio dell’allenatore (Iachini, un altro ex e compagno di squadra di Pioli a Firenze nel ’90) non ha portato finora grandi frutti, se non il passaggio del turno di Coppa Italia. Torna al gol Simeone, dopo due turni di digiuno, raddoppia Veretout dieci minuti dopo, e chiude Federico Chiesa al 71′. Già: quel figlio d’arte (ma ormai merita di essere staccato dal pensiero del padre)che cresce giorno dopo giorno e che a Firenze si vogliono tenere stretti come il figliol prodigo. Stante la sconfitta interna della Sampdoria ad opera della Lazio, la distanza dal sesto posto è di sole cinque lunghezze, che sulla carta sembrano insormontabili, ma che potrebbero essere recuperate. Peccato che ora la sorte ci metta un maligno zampino, mettendo la Fiorentina di fronte al Napoli domenica 10 dicembre. Sulla carta sembra una gara impossibile, specie considerando che la squadra di Sarri ha perso in casa proprio domenica 3 dicembre, contro la Juventus: difficile che sbagli due gara in fila in casa. Ma di certo la compagine di Pioli non vorrà fare da sparring partner.

 

  •   
  •  
  •  
  •