Follia in Argentina: arbitro e assistenti picchiati a sangue

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui


Un terribile episodio di violenza si è verificato in Argentina, in un match di quarta serie tra Juventud de Pergamino e Independiente de Chivilcoy. Al minuto numero 45 con gli ospiti in vantaggio per 1-0, il direttore di gara ed i suoi assistenti di linea vengono assaliti dall’ennesima follia ultrà, con i tifosi della Juventud che invadono il campo ed iniziano a picchiare selvaggiamente la terna arbitrale. La polizia non è riuscita ad intervenire per tempo, con i media che parlano di una risposta passiva e debolissima da parte delle forze armate, e sul web hanno iniziato a circolare foto e video riguardo il terribile episodio, con la federazione argentina che potrebbe intervenire punendo severamente la Juventud, con una sanzione minima prevista con una retrocessione in una serie minore.

Leggi anche:  Davide Nicola, la nuova salvezza passa per Torino

Una foto, diventata immediatamente virale, che è stata scattata mostra chiaramente lo spogliatoio dell’arbitro picchiato, con i pavimenti coperti di sangue e lo stesso direttore di gara esamine seduto su uno sgabello con la testa appoggiata al muro, con la classica casacca gialla ricoperta da diverse macchie rosse. Successivamente l’arbitro Bruno Amiconi e gli assistenti Marcelo Acosta e Mauricio Luna sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale.
Non è la prima volta che in Argentina o anche in Sudamerica accadono certi fatti, e ciò fa pensare che più si va avanti e più sarà peggio, dato che se da anni si perpetrano tali scene significa che non è stato preso alcun provvedimento serio, in merito a questi episodi folli, con le società impotenti vittime della follia ultrà.

  •   
  •  
  •  
  •