Il dramma di Elena Santarelli e Bernardo Corradi, il figlio è malato

Pubblicato il autore: Andrea Pompeo Segui


La notizia è stata data proprio tramite il profilo Instagram della showgirl di Latina, purtroppo Elena Santarelli e l’ex campione della Lazio, Bernando Corradi, stanno attraversando un vero e proprio dramma: il figlio di sette anni Giacomo, è gravemente malato. Anche se non viene detto chiaramente di cosa soffra il piccolo, sembrerebbe qualcosa di veramente grave. Nonostante il dramma trapela comunque un certo ottimismo, ricordando nel post a tutti di quanto sia sempre bella la vita, con la Santarelli che ha ringraziato tutti i dottori, amici e famigliari ma anche la loro secondogenita che se pur inconsapevole della tragedia, riesce a strappare ogni giorno un sorriso alla coppia. Infine non manca un monito ai suoi follower di finanziare alcune associazioni che si occupano di ricerche e assistenza ai bambini ricoverati nei reparti ospedalieri oncologici.

Leggi anche:  Cagliari, si riparte da Di Francesco

Questo il post pubblicato da Elena Santarelli su Instagram: “Il 30 novembre e’ come se io e mio marito avessimo ricevuto un pugno nello stomaco senza preavviso ,un pugno così forte che ti toglie il respiro e ti gela il corpo all’istante.Ho sempre pensato che quando diventi mamma o papà sei automaticamente impotente,nel senso che non puoi mai proteggere i tuoi figli da tutto e tutti che prima o poi la mamma e il papà si sentono disarmati ,e così quella sera si è materializzato questo pensiero,una diagnosi che un genitore non vorrebbe mai sentirsi pronunciare dai medici ma con cui abbiamo dovuto cominciare a farci l’abitudine,non voglio entrare nei particolari ma voglio solo dire grazie a tante persone,incominciando dal dottor Marras e a tutta la sua equipe,alla dottoressa Angela Mastronuzzi (per noi diventata “Angela”) a tutto il gruppo di infermieri del Bambin Gesù che amorevolmente ci hanno seguito, al nostro pediatra e amico Prof Luigo Giannini e al dottor Sevastano che intuì insieme al mio istinto materno che bisognava andare a fondo, a tutta la mia famiglia e a quella di mio marito, ai nostri amici che ci hanno sempre regalato parole di conforto e amore anche quando non avevamo voglia di sentire nessuno e sfogavo la mia rabbia contro tutti, a tutte le mamme conosciute in quel reparto forse le uniche a capirmi veramente perchè come me ci state passando.

Grazie anche a Greta – prosegue la Santarelli – che inconsapevolmente tutti i giorni ci ha strappato dei sorrisi che per qualche istante ci hanno fatto volare con la mente. Se ho dimenticato qualcuno di importante, sappiate che siete tutti nei nostri cuori , che questa battaglia la faremo tutti assieme e sicuro la vinceremo! Energia positiva genera energia positiva e a te Angela voglio prometterti che realizzeremo la ludoteca in reparto. Come disse Benigni “la vita è bella – life is beautiful” e in quanto tale deve essere vissuta tornando piano piano alla normalità senza paura, più facile a dirsi che a farsi ma deve essere così anche se la paura prende il sopravvento.

  •   
  •  
  •  
  •