Inter-Lazio 0-0. Spalletti: “Sono ottimista.” Inzaghi: “Meritavamo di più. Senza Var mi diverto.”

Pubblicato il autore: Angelo Mandarano Segui

Finisce a reti inviolate il match tra Inter e Lazio, ultima gara del girone d’andata. A nulla sono serviti gli attacchi degli ospiti che nel secondo tempo si sono visti annullare un calcio di rigore con la VAR e poi sono andati vicini al gol con Felipe Anderson per ben due volte. Al termine del match il difensore nerazzurro Andrea Ranocchia, ai microfoni di Sky, prova a vedere il lato positivo di una partita nella quale l’Inter ha subìto l’iniziativa dei biancocelesti per buona parte del match:“Non abbiamo preso goal e questo è importante, peccato non aver preso i 3 punti in casa ma non abbiamo perso contro una diretta concorrente. Adesso riposiamoci in questi giorni di vacanza.” Non intende cercare una spiegazione per gli ultimi risultati deludenti: “Il calo fisico non deve essere un alibi.”. Rassicura, infine, sulle sue condizioni di salute: “Ho preso un colpo strano ma sono riuscito ad andare avanti. Sono contento per i nostri tifosi, ci toglieremo molte soddisfazioni.”

Spalletti prova ad analizzare il momento di difficoltà che stanno attraversando i nerazzurri: “Continuo a lavorare cercando di spingere sulle qualità che abbiamo. E’ chiaro che questo è un momento che ci penalizza o che ci vede costretti a cercare delle soluzioni o a lavorare in questa direzione.” Interpellato in seguito sul momento negativo di Ivan Perisic, il tecnico nerazzurro non si scompone e rimarca i meriti della squadra: “Spicca di più la prestazione di Ranocchia e Cancelo che ha qualità anche se a volte in fase difensiva gli manca continuità, Joao Mario è entrato bene, Dalbert è entrato per ultimo e ha fatto quello che ci si aspetta da tempo. Perisic  ha dimostrato di essere quel gran calciatore che è anche se non ha fatto gol.”
Alla domanda se sia ottimista per il prosieguo del campionato, il tecnico di Certaldo risponde così:“Non lo so se sono ottimista, essere pessimisti non porta a nulla. Voglio che tutti i miei giocatori abbiano la fiducia da parte di tutti. Questi hanno le qualità per venirne fuori. Se siamo arrivati a questo punto con i nostri giocatori allora possono uscire da questa situazione..” Chiosa finale per il girone di ritorno: “Firmerei per fare altri 41 punti.”

Deluso, invece, Simone Inzaghi per il risultato che non ha premiato la prestazione dei biancocelesti: “Occasione sprecata, abbiamo fatto un’ottima gara, i ragazzi nello spogliatoio erano delusi ma è un segno di maturità. Meritavamo di vincere poi.” Recrimina, poi, per l’annullamento del calcio di rigore inizialmente assegnato per un tocco di braccio di Skriniar: “Ho rivisto l’episodio e non c’è rigore. Ma in EL senza var mi diverto di più. Senza avremmo 7 punti in più.” Alla domanda se in futuro possa giocare con più attaccanti, l’allenatore piacentino non ha preclusioni: “Ho inserito un attaccante perché volevo vincere. E’ un’ opzione in più per il futuro.”

  •   
  •  
  •  
  •