Inter-Pordenone, le probabili formazioni: ampio turnover per i nerazzurri, Magnaghi punta centrale per i friulani

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

inter-pordenone

Questa sera si fa la storia: Inter-Pordenone vale l’accesso ai quarti di finale della competizione tricolore. Chi vince, se la vedrà eventualmente con il Milan, impegnato domani sera contro l’Hellas, in un gara abbordabile sulla carta. Per la squadra del tecnico Spalletti uno stimolo in più, stante la possibilità di affrontare i cugini nel prossimo turno della competizione.
Una gara dal sapore unico, con due squadre “Mai state in serie B“, come rimembrava appunto un tweet della società friuliana appena qualche giorno fa. I nerazzurri, forti del primo posto solitario nella massima serie, affrontano i neroverdi, quinti in classifica nel girone B della Serie C, in piena lotta play-off.

Inter-Pordenone, le probabili formazioni: ampio turnover per i nerazzurri, Magnaghi punta centrale per i friulani

Per l’Inter questa sera ci sarà l’esordio stagionale nella competizione: nella passata edizione i nerazzurri persero contro la Lazio ai quarti di finale, ora invece è giunto il momento di passare il turno, nella speranza di vincere la competizione che ad Appiano Gentile manca ormai dalla stagione 2010-2011. Potrebbe essere un aiutino anche per i cugini del Milan, impelagati a metà classifica nella lotta per un posto in Europa: l’eventuale vittoria dei nerazzurri, i quali, se continuassero così sarebbero certi di un posto in Champions, potrebbe potenzialmente liberare un posto ai rossoneri per l’Europa League, naturalmente squadre finaliste permettendo.
Spalletti ieri in conferenza stampa ha annunciato ben sei undicesimi della squadra: in porta spazio a Padelli, per far tirare il fiato ad Handanovic. Al centro della difesa torna Ranocchia con il compagno di reparto Skriniar.  Dalbert insieme a Nagatomo sugli esterni, con Santon che potrebbe rimanere inzialmente a riposo. A centrocampo spazio per Gagliardini, con Vecino pronto ad affiancarlo. Cancelo e Karamoh agiranno sulle corsie esterne, con Brozovic sulla trequarti. In attacco spazio ad Eder unica punta, con Pinamonti che inizialmente partirà dalla panchina, per poi probabilmente subentrare a match in corso.

Leggi anche:  Udinese-Inter, Graziano Cesari difende Conte: "I quattro minuti di recupero? Maresca ne avrebbe dovuti dare 7"

Per il Pordenone si profila una serata storia: per la prima volta dalla loro nascita i neroverdi calcheranno il prato verde del San Siro contro l’attuale capolista della massima serie. Uno sprone per gli uomini di Colucci che, dopo la delusione della finale promozione per la Serie B persa lo scorso anno, potranno invertire la rotta, sperando in un proficuo cammino nella competizione tricolore, nonché sfruttando l’ottima posizione in classifica, in piena lotta per i play-off per l’accesso alla serie cadetta. I ramarri sono reduci dalla vittoria in Tim Cup contro il Matelica, nonché del 2-1 contro il Venezia del tecnico Filippo Inzaghi, completando la storica impresa contro il Lecce prima, vincendo per 3-2, e contro il Cagliari poi, nella gara del Sardegna Arena il cui esito è noto a tutti.
Colucci si giocherà questa sfida al meglio delle proprie possibilità: possibile il 4-3-2-1, che in fase di non possesso potrebbe diventare un 4-5-1. I pali della porta saranno difesi dall’ottimo Perilli, davanti a lui i centrali difensivi Bassoli e Stefani, con Formiconi e Nunzella ai lati. Lulli, Burrai e Misuraca agiranno a centrocampo, mentre Berrettoni e Miguel Angel sulla trequarti sono pronti a servire l’unica punta Magnaghi.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Juventus-Spal: streaming gratis e diretta tv in chiaro Rai 1?

INTER (4-2-3-1): Padelli; Nagatomo, Ranocchia, Skriniar, Dalbert; Vecino, Gagliardini; Cancelo, Brozovic, Karamoh; Eder. A disposizione: Berni, Santon, D’Ambrosio, Borja Valero, Joao Mario, Perisic, Pinamonti. Allenatore: Luciano Spalletti.

PORDENONE (4-3-2-1): Perilli; Formiconi, Bassoli, Stefani, Nunzella; Lulli, Burrai, Misuraca; Berrettoni, Miguel Angel; Magnaghi. A disposizione: Zommers, Meneghetti, De Agostini, Parodi, Buratto, Pellegrini, Visentin, Ciurria, Raffini, Martignano, Silvestro, Danza. Allenatore: Leonardo Colucci.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: