Inter, un post sarcastico in risposta a quello del Pordenone

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

Domani sera la sfida inedita di Coppa Italia tra Inter e Pordenone

Il Pordenone dalla Lega Pro si prepara al grande palcoscenico di San Siro per affrontare la capolista della Serie A, in una sfida inedita contro l’Inter da non sottovalutare per la squadra di Spalletti. In questi giorni hanno tenuto banco sui social i vari post e tweet tra tifosi e tra le due società, ma uno in particolare non è passato inosservato, quello dei nerazzurri in risposta ad un tweet dei Ramarri.
La società friulana aveva scritto: “-3 a @Inter vs #PordenoneCalcio, oggi anticipiamo non volevamo distrarvi da #JuveInter, anche se la vera partita si gioca Martedì”. La risposta della società interista è arrivata dopo la supersfida terminata 0-0 contro i bianconeri e, oltre al tono scherzoso verso i neroverdi, si nota un sarcastico e pungente riferimento alla Juventus. Qui di seguito vi riportiamo la risposta: “Archiviata #JuventusInter siamo pronti per “LA” partita tra #maistatiinB. Ci vediamo martedì a San Siro”. Lo sfottò riguardante il “mai stati in B” potrebbe essere anche una risposta alle polemiche nate prima della gara di vertice di campionato suscitate da Juve Tv, dove il conduttore Zuliani ed altri ospiti si sono lasciati andare a battute non proprio eleganti contro l’Inter: “Dobbiamo rimandarli nelle fogne da cui provengono, cancellarli dal pianeta” e altre frasi di questo genere.
Il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti aveva già risposto a queste esternazioni sia nella conferenza stampa prima della partita sia con un post dopo la gara, per cui era stato paragonato a Mourinho visto il modo di comunicare dell’allenatore di Certaldo. Anche il vicepresidente Javier Zanetti era stato sentito riguardo a queste polemiche e aveva risposto che l’Inter ha un altro stile, per cui ha voluto gettare acqua sul fuoco e ha preferito non rispondere alle provocazioni.
La società meneghina, però, ricorda di non aver dimenticato certe frasi pronunciate dall’emittente ufficiale della Juve e lo dimostra con un genuino sfottò tipicamente calcistico e sportivo, dimostrando uno stile migliore rispetto al famoso “stile” della Vecchia Signora.
La sensazione è che la sfida tra le due squadre sia ancora lunga e probabilmente terminerà solo alla fine della stagione, anche sui social network e sugli altri canali di comunicazione e ciò può essere un metodo per togliere serenità all’ambiente avversario. Domani sera Spalletti e i suoi avranno da pensare alla Coppa Italia e rimanere concentrati per il passaggio del turno, perchè il Pordenone, pur essendo una formazione di Lega Pro, ha un ottimo allenatore e ottimi calciatori, come lo stesso tecnico nerazzurro ha sottolineato, e ha già eliminato quel Cagliari con cui la Beneamata ha trovato difficoltà prima di venirne a capo.
Intanto si prevede l’arrivo di tantissimi tifosi neroverdi al Meazza per sostenere i Ramarri, ma l’affluenza ci sarà anche per il Biscione, certo non ci sarà il pubblico delle grandi occasione in una Milano coperta di neve e dove farà molto freddo, ma 23.000 spettatori sono molti per una competizione spesso snobbata come la Coppa Italia. Inoltre, in caso di passaggio del turno dei nerazzurri in gara unica, ai quarti ci potrebbe essere il derby con il Milan che dovrà superare l’Hellas Verona.

  •   
  •  
  •  
  •