Juventus, Andrea Agnelli non è più inibito. Curva chiusa contro il Genoa e multe pesanti per il club

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui

Lo scorso mese di settembre il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, è stato condannato dalla corte della Figc per via dei rapporti poco leciti con gli ultrà. Questa la motivazione del tribunale federale:“Agnelli, con il suo comportamento, aveva agevolato e, in qualche modo avallato o non impedito le perduranti e non episodiche condotte illecite”. Nonostante la sua richiesta di assoluzione per “estraneità ai fatti”, la condanna è arrivata lo stesso.

Inevitabile il ricorso di Agnelli e il successivo pronunciamento del tribunale che ha cancellato l’inibizione del presidente e ha decurtato l’ammenda da 300 a 100mila euro. Rimane tuttavia invariata la decisione della corte generale della Figc riguardo alla chiusura della curva dei tifosi juventini, prevista per la prima gara del 2018, nella quale la Juventus ospiterà il Genoa, il 21 gennaio.

Nonostante la squalifica precedente Agnelli non ha mai lasciato, formalmente, la carica di presidente del club bianconero, carica che poteva ricoprire senza rappresentare la società in manifestazioni ufficiali, riunioni della Lega oppure recandosi n negli spogliatoi, prima, dopo e/o durante le partite della Juve. In seguito alla decisione di ieri, il presidente della Juventus potrà riprendere tutte le suddette attività senza alcuna limitazione nonchè quella di presidente della ECA, l’organizzazione che accorpa i migliori club europei.

  •   
  •  
  •  
  •