Juventus, tabù San Paolo sfatato solo una volta in 11 anni

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui


Ci siamo, la sfida tanto attesa sta per arrivare. Mancano poche ore al fischio d’inizio di Napoli-Juventus e la febbre al San Paolo e non solo, inizia a salire. Stadio napoletano completamente esaurito, dove non entrerà più neanche uno spillo, seppur con la tribuna ospiti chiusa ai tifosi juventini per ragioni di sicurezza. La Juventus arriva a Napoli da sfavorita, ed è un fattore gradito da Massimiliano Allegri, secondo il quale la squadra partenopea sta facendo “cose straordinarie” e che quindi è la favorita per lo scudetto. Di certo al San Paolo la Juventus non ha mai avuto vita facile ma è sempre stato così. Tenendo conto solamente delle ultime 10 stagioni, compresa l’annata 2006/2007 in Serie B, i bianconeri hanno vinto in terra napoletana solamente una volta, nel gennaio 2015, quando l’allora Juve di Tevez, Vidal e Pogba sbancò il San Paolo chiudendo la partita sul risultato di 1-3, il cui finale è stato avvelenato dalle tante polemiche arbitrali innescate da Aurelio De Laurentiis, furioso per il gol di Martin Cáceres, che sarebbe stato da annullare per una posizione irregolare da parte di Giorgio Chiellini. Per il resto quella è stata una partita decisa da due giocate straordinarie di Paul Pogba ed Arturo Vidal, autori di due reti meravigliose. Fatto curioso è quello per cui Allegri sia nel Milan dello scudetto, che nella prima Juventus che ha allenato, è riuscito a vincere a Napoli al primo tentativo, per poi non riuscire più a portare a casa grandi risultati.

Leggi anche:  Asta di riparazione Fantacalcio, i giocatori da acquistare nelle vostre leghe: ecco i consigliati!

Dal canto suo il Napoli ha ottenuto vittorie nette negli scorsi anni, ad iniziare dal 2010, quando l’allora squadra allenata da Walter Mazzarri ha surclassato tecnicamente la Juventus di Zaccheroni, così come nella stagione successiva, quando una tripletta dell’immenso Edinson Cavani ha steso, senza troppi problemi, la formazione di Gigi Delneri, mostrando tutte le lacune di un gruppo costruito male che ha chiuso la stagione 2010/2011 al settimo posto in classifica. Un’altra vittoria del Napoli risale al 2007, quando la Juventus di Claudio Ranieri venne sconfitta 3-1, in un altro match noto più per le polemiche arbitrali scaturite da due rigori assegnati ai partenopei quantomeno dubbi. Tra i pareggi più belli degli ultimi anni si ricorda quello del 29 novembre 2011, quando la Juve di Antonio Conte va due volte sotto di due gol e riesce a rimontare fino al 3-3, grazie anche alla prima rete in Serie A di Marcelo Estigarribia, meteora del calcio italiano ora in forza al Còlon. In Serie B nel 2006 si è giocata due volte Napoli-Juventus: in campionato il match è terminato 1-1 in una cornice di pubblico dal sapore di Serie A, mentre in Coppa Italia, i bianconeri si sono dovuti arrendere ai calci di rigore.

  •   
  •  
  •  
  •