Pagelle Lazio-Crotone 4-0: Immobile torna a ruggire

Pubblicato il autore: David Di Castro Segui

La Lazio stende il Crotone non senza fatica. Nel primo tempo, infatti, la squadra di Inzaghi viene arginata molto bene dalla compagine calabrese guidata da Zenga. Nella ripresa, però, la differenza tecnica fra le due squadre si fa più evidente e i biancocelesti dilagano.

PAGELLE LAZIO CROTONE 4-0

Strakosha 6: sempre bravo tra i pali ma merita mezzo voto in meno per via di un dribbling nel secondo tempo che gela la schiena ai 40 mila dell’Olimpico
Patric 5,5: meno brillante di altre occasioni. In particolare si lascia sfuggire un paio di volte Trotta in modo pericoloso.
de Vrij 6,5: comanda la difesa come un generale fa col suo esercito.
Wallace 6: non benissimo nel primo tempo, meglio della ripresa. Fatica ancora a trovare i tempi e la condizione migliore.
Marusic 6: quando parte è un treno, ma in fase difensiva concede qualcosa di troppo.
Parolo 6: grande impegno come al solito, ma oggi è apparso poco lucido in alcune occasioni.
Murgia 5,5: si piazza al posto di Lucas Leiva e cerca di regalare equilibrio. Si impegna, ma si vede che quello non è il suo ruolo.
Lukaku 7: quando punta l’avversario fa spavento. Ha il grande merito di credere nelle doti di velocista di Immobile e di seguire la sua azione, segnando l’importante gol del vantaggio che sblocca la gara.
Luis Alberto 6,5: spada e fioretto. Quando il pallone passa tra i suoi piedi, si ha sempre l’impressione che qualcosa possa accadere.
Milinkovic 6: sostanza tanta, ma oggi poca lucidità e scarsa vena in zona gol.
Immobile 7,5: propizia il gol di Lukaku, segna il secondo. Ciro è tornato ai suoi livelli.
Leiva 7: quando entra la Lazio si sblocca e acquisisce sicurezza. Un muro davanti alla difesa, ma è bravo anche quando c’è da impostare.
Lulic 7: entra e segna. Cosa volere di più?
Felipe Anderson 7,5: gli bastano pochi minuti per ricordare a tutti chi è il più forte. Dribbling ubriacanti, assist e goal. La Lazio ha un’arma in più, con tanta birra nelle gambe.
All. Simone Inzaghi 7: indovina tutti i cambi, ma ormai non è più una novità.

Cordaz 7: il migliore dei suoi, malgrado i 4 gol subiti. Argina come può le conclusioni degli avanti laziali.
Sampirisi 5,5: ha davanti Lukaku, un cliente non facile. Lo contiene bene nel primo tempo, ma nella ripresa non lo prende mai.
Ajeti 6: Immobile gli gira intorno, come una mosca fastidiosa. Lui fa il suo ma il centravanti della Lazio è davvero scatenato oggi…
Ceccherini 5,5: mette in campo grande grinta, ma non basta.
Martella 6: contiene Marusic e spinge quando può.
Rhoden 6,5: all’Olimpico fa una gran bella figura.
Mandragora 5,5: poco lucido in fase di impostazione.
Barberis 5,5: corre come un forsennato, ma spesso lo fa a vuoto.
Trotta 6,5: il più pericoloso del Crotone. Fa a sportellate con i centrali della Lazio e spesso crea problemi.
Budimir 5,5: lotta contro tutti, ma non riesce ad incidere.
Stoian 5,5: impegna la retroguardia biancoceleste, ma combina poco.
Sima sv: pochi minuti in cui non incide.
Tonev 6: prova a dare vigore ad un attacco spento.
Faraoni sv: troppo poco tempo per giudicarlo.
All. Walter Zenga 6: il suo Crotone regge un tempo, poi cade con dignità sotto i colpi dei fuoriclasse della Lazio.

  •   
  •  
  •  
  •