Mercato Juventus: Fabinho, bianconeri sulle tracce del brasiliano che lascerà il Monaco

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

La Juventus pensa a Fabinho. Dopo l’interesse per Emre Can, la società bianconera sembrerebbe essere sulle tracce del brasiliano che lascerà il del Monaco al termine di questa stagione. A rendere la questione più frizzante ci ha pensato lo stesso giocatore che ha dichiarato di vedersi lontano dal Monaco: “Questo sarà il mio ultimo anno al Monaco“. La Juventus in realtà già si era mossa alla fine della scorsa stagione per Fabinho, però in quella circostanza il problema fu rappresentato dagli slot disponibili per gli extracomunitari, solamente uno dopo l’acquisto di Bentancur dal Boca, che la Juve decise di impiegare per l’acquisto di Douglas Costa dal Bayern Monaco, come biasimarla visto il rendimento del giocatore che dopo un periodo di adattamento, sembra ormai pienamente al centro del progetto di Allegri. Ora però arrivare al giocatore è più complicato rispetto alla scorsa stagione, perché dopo le dichiarazioni del centrocampista del Monaco, le squadre a lui interessate sono tante. Per esempio una delle candidate ad acquistarlo sembrerebbe essere il PSG, che già la scorsa estate ci è andato vicino nell’ambito dell’operazione Mbappe, bloccata dal solo Fair Play Finanziario; oppure il Manchester United di Mourinho; ancora l’Atletico Madrid, specie ora che si è visto sbloccato il mercato dopo le restrizioni per aver violate le normative sulla compravendita dei giocatori di età inferiore ai 18 anni.

Leggi anche:  Quanto bello è l'Hellas Verona, sorpresa del campionato

La carriera di Fabinho

Fabinho dopo un breve trascorso nella squadra brasiliana Paulinia nel 2010 passa al Fluminense dove rimane fino al 2012 quando viene girato in prestito al Real Madrid Castilla, seconda squadra del Real Madrid. Qui si mette in mostra con delle belle prestazioni che lo potano a guadagnarsi la convocazione in prima squadra (Real Madrid), per la partita contro il Malaga. Alla fine del prestito, nonostante il buon andamento del giocatore, non viene riscattato e fa ritorno al Fluminense il quale decide di girarlo nuovamente in prestito, questa volta al Monaco. È la svolta per Fabinho. In quell’anno colleziona 26 presenze condite da ottime prestazioni che contribuiscono a far raggiungere il secondo posto in Ligue 1 alla squadra francese, e che spingono il presidente dei monegaschi a rinnovare per un altro anno il suo prestito. Nel frattempo il Monaco cambia allenatore, è il portoghese Jardim a prendere le redini della squadra.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

Dopo una stagione passata a giocare come terzino destro, Fabinho viene spostato dal nuovo allenatore al centrocampo nel ruolo di mediano, e i risultati non tardano ad arrivare. Il giocatore brasiliano si trova a suo agio in questo ruolo, dove tra l’altro ha anche la possibilità di affinare il suo feeling con il gol a partire dalla stagione 2015/2016, dove si rende autore di 8 gol stagionali tra Ligue 1 e Coppe nazionali. La stagione 2016/2017 sarà la migliore delle sua carriera fin ora; Fabinho fa registrare 54 presenze e 11 reti complessive tra Ligue 1, Champions League e Coppe nazionali, e contribuisce in maniera decisiva a condurre il Monaco al trionfo del campionato francese. Infine nella stagione in corso Fabinho ha giocato sempre titolare per un totale di 2051′, considerate tutte le competizioni, rimanendo escluso solo dalle partite contro il Lione (per squalifica) e il Porto in Champions (vista l’inutilità del match essendo stato il Monaco già eliminato) mettendo a segno 2 gol e 1 assist. A questo punto non ci resta che attendere per vedere quale sarà, al termine di questa stagione, la sua prossima squadra.

  •   
  •  
  •  
  •