Modena, fallimento completo. Cancellate anche le giovanili del club

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui


Qualche mese fa è arrivato il drammatico, calcisticamente parlando, annuncio del fallimento del Modena Calcio, società ultracentenaria con anche un passato in Serie A. Il Modena militava nel girone B di Serie C ma avvenuto il fallimento, la squadra è stata radiata dal campionato portando anche ad uno squilibrio all’interno del gruppo tra gli altri club militanti nello stesso.
La FIGC nella giornata di ieri ha ribadito come una società che viene radiata non possa in alcun modo proseguire la propria attività, determinando lo svincolo di ogni tesserato che si trovava all’interno del club fallito. Quindi un’ulteriore sconfitta va ad aggiungersi al fallimento del Modena, con i tifosi che speravano di veder ripartire la società dalle giovanili, le quali erano molto promettenti e vi erano parecchie chances di una crescita del club emiliano. Il Modena quindi è stato cancellato totalmente, estromesso da ogni campionato ed è un triste epilogo per una storia davvero sconcertante per come si è arrivati a questo punto. Una squadra gloriosa, con un passato glorioso, un club dal quale sono transitate tante giovani promesse.
Un appunto va anche mosso verso la Lega di Serie C che ha permesso ai gialloblù di iscriversi correttamente nel Girone B, ma già prima che iniziasse il campionato si era a conoscenza delle condizioni in cui il Modena Calcio si trovava malauguratamente e non aveva senso promuovere l’inizio della stagione in quel modo, per poi venirsi a creare un dissesto all’interno del gruppo.

Commosso il commento di Maurizio Bratomi, responsabile delle giovanili del Modena che ha così parlato ai microfoni di “Parlandodisport.it”: “Mi sono commosso nel vedere i gol segnati nelle stagioni di massimo splendore del Modena, in Serie A e Serie B. Abbiamo perso l’ultima battaglia della ultracentenaria storia del Modena, io speravo davvero che questi ragazzi potessero avere un futuro all’interno di questa società. E’ finita nel modo in cui nessuno si auspicava, spero che la città possa rivivere di nuovo dei bei momenti come quelli che hanno trascorso negli anni più belli. Adesso però è troppo tardi per pensare al passato, Modena ha perso, città, ragazzi, dipendenti. Ringrazio chi ha avuto fiducia in me e chiedo scusa se non sono riuscito a fare qualcosa per poter salvare le sorti del club.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: