Napoli, 17 numero portafortuna di Hamsik

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

Marek Hamsik ha segnato il suo 117 gol con la maglia del Napoli al minuto 17

Marechiaro Hamsik, così è stato ribattezzato a Napoli e alla squadra azzurra ieri sera ha regalato la vittoria sul campo del Crotone con un gol che è bastato a far diventare i partenopei campioni d’inverno con record di punti nel 2017, 99 per l’esattezza.
Il numero di maglia del capitano del Napoli è il 17, numero che in una città scaramantica come il capoluogo campano è considerato sfortunato, ma da ieri si è tramutato in qualcosa di buono, non solo per il numero di maglia, ma perché la rete di ieri è la numero 117 di Hamsik, segnata al 17′. Il capitano azzurro aveva già superato Diego Armando Maradona, non uno qualsiasi, nella classifica dei marcatori napoletani la scorsa giornata e adesso insegue il record di presenze consecutive, detenuto dal compagno José Maria Callejon.
È un Napoli che è lo specchio del suo capitano, record su record: la squadra di Sarri, infatti, risulta sia come punti sia come possesso palla la prima in Italia, dei primi 5 giocatori che hanno giocato più palloni ed effettuato più passaggi 4 sono del Napoli, mentre il quinto è Borja Valero dell’Inter. Numeri impressionanti non solo in Italia, ma anche a livello europeo. Ovviamente tra questi 4 giocatori c’è Marek Hamsik, oltre a Jorginho, un altro sorvegliato speciale delle squadre avversarie per la sua classe e la sua visione di gioco.
Il Napoli aveva pescato lo slovacco dal Brescia, quando la squadra lombarda era in Serie A e scopriva diversi talenti, Pirlo ad esempio, si pensava dovesse finire a Milano sponda nerazzurra, poi i partenopei decidono di battere la concorrenza ed in poco tempo è diventato un giocatore fondamentale, un punto di riferimento della squadra ed il lavoro fatto fin qui adesso sta pagando, con la squadra prima in classifica ed un rendimento alto del centrocampista, anche se inizialmente aveva incontrato qualche difficoltà in questa stagione, spesso sostituito intorno al 60′, è entrato in condizione e sta facendo la differenza in un momento in cui i tre davanti non sembrano proprio in forma.
Ieri sera la gara non era delle più semplice contro il Crotone del neo allenatore Walter Zenga, in un campo difficile con la squadra calabrese che chiudeva bene gli spazi e ripartiva altrettanto bene, oltre alle prodezze del portiere scuola Inter Cordaz, che ha salvato la sua squadra in diverse occasioni, in particolar modo nel finale sul tiro potente di Diawara e sulla ribattuta di Callejon, mostrando grande reattività e prontezza di riflessi. Solo Hamsik è riuscito a batterlo ed è bastato questo per dare i tre punti alla formazione di Sarri e farle fare un altro passo in avanti verso il sogno di una città intera, lo scudetto che manca dai tempi di Maradona. La prossima reliquia di Napoli potrebbe diventare la maglia del suo capitano, che quest’anno non ha punito la Juventus come spesso accadeva, ma la sua squadra è davanti ai bianconeri questa volta e nella capitale della scaramanzia il 17 potrebbe diventare il numero fortunato.

  •   
  •  
  •  
  •