Nuovo Stadio di Pescara, ecco i dettagli del progetto [Foto – Video]

Pubblicato il autore: Adriana Zuccarini Segui

 

Una scenografia spettacolare, video emozionali e tanti ospiti di prestigio hanno accolto il pubblico accorso in massa al padiglione espositivo della Camera di Commercio, alla presentazione del “Pescara Arena“, il nuovo stadio che dovrebbe sorgere nel capoluogo adriatico nel 2020.

Padrone di casa il presidente della Delfino Pescara 1936, Daniele Sebastiani, a fianco del quale sul palco si sono alternati personaggi come Giovanni Malagò (Presidente CONI), Andrea Abodi, presidente dell’Istituto del Credito Sportivo, oltre al patron della Sampdoria Massimo Ferrero.

Malagò: “Non potevo non esssere qui oggi. È un progetto bellissimo e va incoraggiato. Complimenti a Sebastiani. Juventus e Udinese si sono già mosse. Le altre realtà si stanno dando da fare e i progetti si allargano a macchia d’olio. Non riesco a immaginare un calcio migliore senza infrastrutture all’avanguardia. So che la volontà è di inaugurarlo nel 2020. Un grande in bocca al lupo”

Sebastiani: “Ci tengo a dire che deve essere un progetto condiviso. Un progetto di tutti, dell’Abruzzo unito. Prima pietra nel 2019 e speriamo di iniziarci la stagione 2020-21”

Fiorillo “Porrebbe essere un sogno per me giocare in questo stadio. Ho visto il video mi ha fatto venire i brividi”

Francesco Gianello ( direttore Juventus stadium): “Benvenuti a casa disse il nostro presidente Agnelli nel giorno dell’inaugurazione dello Stadium. Questa è la frase che ripetiamo con orgoglio. Uno stadio di proprietà è la casa dei tifosi, chiudiamo solo il giorno di Natale.”

Ferrero: “Il Pescara è una squadra fortissima. Adesso vi dico una cosa: sbrigatevi a giocare in questo stadio in serie A….così ci rifacciamo 4 gol” ( risate generali). Tra sei sette mesi compriamo il Ferraris insieme al Genoa. Uno stadio per una società è il sale della vita.”

A illustrare i dettagli dell’intervento è stato l’amministratore delegato della società di ingegneria Proger, Umberto Sgambati. È stato lui a spiegare come un progetto basato sulla passione collettiva e che ha come denominatore comune la “Pescaritudine” (neologismo coniato insieme al ministro dello sport, Luca Lotti) possa portare un indotto positivo per tutto il territorio abruzzese. Non sarà semplicemente un impianto sportivo ma accoglierà al suo interno un centro congressi, un’area commerciale, una food court, sky box e ground box, sale convegni e tanto altro ancora. Un hub trasportistico immerso nel verde che ha la sostenibilità nel suo DNA.“

Leggi anche:  Inter, partita perfetta contro la Juventus con un Vidal ritrovato

 

Il progetto

Complessivamente si interverrà su 118 mila mq, saranno 20.700 poltrone, e una piazza coperta da 4 mila metri quadrati con 1.600 parcheggi. Numeri importanti per una struttura che punta ad avere la certificazione ambientale LEED. A entrare, invece, nei dettagli relativi al finanziamento dell’opera – che non costerà denaro alle casse pubbliche ma sarà interamente sostenuto da privati – sono stati innanzitutto due pescaresi come Marco Cerritelli della McDermott e Massimo Marcovecchio della Lambert Smith Hampton Limited.

Oltre a loro, a spiegare l’impatto positivo sul territorio sono intervenuti il prorettore della Luiss, Andrea Prencipe, il direttore dell’Allianz Stadium di Torino, Francesco Gianello, e l’advisor per lo stadio della Roma Silvio Falasca della Kpmg. A condurre l’appuntamento sono stati due volti di Sky, Daniele Barone e Grazia Di Dio. Particolarmente emozionante anche il contributo video di campioni del passato più o meno recente come il brasiliano Leo Junior e i due bomber Ciro Immobile e Gianluca Lapadula.

Leggi anche:  Roma, la Coppa Italia per ripartire

 

Video interviste

 

Foto

 

  •   
  •  
  •  
  •