Nuovo Stadio Milan, è sfida tra Sesto San Giovanni ed il comune di Milano: le ultime

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Nuovo Stadio Milan: si propone Sesto San Giovanni, è sfida con il comune di Milano

Non c’è solo Milano per il nuovo stadio del Milan. La frase suonerà strana ai più, ma è proprio così: il sindaco di Sesto San Giovanni, comune limitrofo al capoluogo lombardo, Roberto Di Stefano, a margine di un incontro con l’assessore all’urbanistica di Milano Pierfrancesco Maran lancia la proposta di costruire lo stadio in un’area della cittadina. “Il nuovo stadio del Milan? Propongo alla società rossonera di considerare che la scelta possa ricadere sull’ex area Falck“. A leggere le dichiarazioni, sembra che Di Stefano voglia fare le cose sul serio e bruciare sul tempo il comune di Milano che continua a caldeggiare l’ipotesi di una cogestione tra il club rossonero, l’Inter e lo stesso comune. Con un occhio però anche ad altre ipotesi. Ma andiamo con ordine, il sindaco di Milano spiega la sua opinione: “Quello a cui tengo è che San Siro sia rimesso a posto. L’ideale sarebbe che lavorassero insieme con noi sia Milan che Inter“. C’è un ma in realtà: “Se il Milan vuole costruire un nuovo stadio lo faccia dove voglia, non ho nulla in contrario“. L’importante, aggiungiamo noi, è che sia nel comune di Milano. Dove? “Il Milan in questo momento sta verificando tutte le ipotesi, poi ci dirà cosa intendono fare“. Nel paragrafo successivo, allora, spieghiamo qual è l’area indiziata per la costruzione della nuova casa rossonera.

Leggi anche:  Ultim'ora, precipita aereo in Brasile: morti 4 giocatori e il presidente del Palmas

Nuovo stadio Milan, tutte le strade portano a Rogoredo

Come detto sopra il sindaco di Sesto San Giovanni Di Stefano sembra voler fare le cose sul serio per portare nel proprio comune il nuovo stadio del Milan. Un pò come cercò di fare il sindaco di Fiumicino quando il progetto per il nuovo stadio della Roma in zona Tor di Valle stava per arenarsi nello scorso febbraio. I comuni più piccoli hanno dalla loro la possibilità di sveltire le procedure e gli iter burocratici, almeno teoricamente. La zona per il nuovo impianto del Milan, comunque, il comune meneghino l’ha trovata in realtà, a differenza di quanto affermato da Sala. Porto di Mare/ Rogoredo, periferia sud-est di Milano, sarebbe l’area proposta al Milan, secondo quanto riportato da Calcio e Finanza: zona ben collegata dalle tangenziali, dalla metropolitana (linea M3, quella gialla per intenderci) e addirittura dalla ferrovia (molti treni ad alta velocità, oltre a quelli regionali, fanno scalo lì prima di entrare alla Stazione Centrale). Ora la palla passa alla dirigenza del club rossonero che dovrà sciogliere tutti i dubbi: rinnovare San Siro al fianco di Inter e comune, o in alternativa costruire il nuovo impianto a Milano oppure a Sesto San Giovanni. Da escludere, almeno per il momento, salvo clamorosi ripensamenti e soprattutto dopo il fallimento del progetto dello stadio nel quartiere Portello (lì dove sorge ora casa Milan), proposte nella zona nord della città. Prima di Natale, comunque, è previsto un vertice tra il comune ed il club rossonero: a quel punto saranno chiare, con ogni probabilità, le volontà del Milan.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: