Premier League: Manchester City da record! Vince Mou,frenano Arsenal e Liverpool

Pubblicato il autore: Daniele Trovato Segui

La Premier League 2017-2018 sembra essere ormai saldamente nelle mani del Manchester City,gli uomini di Guardiola fanno 15 nelle ultime 15 (record assoluto) e continuano imperterriti la loro marcia verso il titolo. 4-0 al mal capitato Swansea con le firme di: David Silva,a segno con una doppietta,De Bruyne e il solito Kun Aguero,vittoria e primato solitario in classica a +11 dalla seconda.
I Citizens sembrano davvero non volersi più fermare, e dopo una stagione piuttosto opaca che li ha visti finire con zero titoli in bacheca, Pep Guardiola sembra davvero aver trovato la giusta quadratura, la sua squadra mischia infatti un bellissimo calcio ad uno spaventoso cinismo sotto porta,rievocando nella mente dei più nostalgici il suo primo Barcellona,quello dei marziani,per intenderci.
Se però il City marcia ad un ritmo spaventoso, non si può dire lo stesso delle dirette inseguitrici,in un turno infrasettimanale che ha non ha risparmiato le sorprese, è solo lo United a vincere mentre Arsenal e Liverpool vengono fermate entrambe sullo 0 a 0 rispettivamente da West Ham e West Bromwich. Ne approfitta quindi Josè Mourinho,eccola infatti  puntuale la risposta alle critiche post derby che si erano alimentate in settimana,il portoghese soffre ma vince ad Old Trafford per 1 a 0 grazie al gol di un ritrovato Lukaku,molto discusso nelle ultime settimane per il suo scarso rendimento nonostante le quasi 90 milioni di £ sborsate dalle casse dello United per prelevarlo dall’Everton e bruciare la concorrenza di diversi grandi club.
Quello del belga è sicuramente un gol che sa di liberazione e che permette allo United di consolidare il secondo posto in classifica anche in vista del risultato ottenuto dal Chelsea,vittorioso per 1 a 0 sul campo dell’Huddersfield, nell’anticipo giocato martedì.
Era stata proprio la squadra di Antonio Conte,la settimana  scorsa,a cadere contro il West Ham,squadra in netta ripresa e capace di totalizzare 4 punti contro le big di Londra. Nel giro di 3 giorni ecco infatti prima l’ 1 a 0 contro i Blues e poi successivamente il clamoroso 0-0 contro i Gunners,che trovano il loro secondo pareggio consecutivo dopo l’ 1 a 1 contro il Southampton,raggiunto allo scadere grazie a Giroud. Quella giocata al London Stadium,per gli uomini di Wenger è la classica partita dove si crea tanto ma non si riesce mai a trovare la via del gol,limite ricorrente nel gioco dell’allenatore francese che col risultato maturato oggi si fa scavalcare in classifica dai cugini rivali del Tothenam,vittoriosi per 2 a 0 contro il Brighton.
Pareggio a reti bianche anche per il Liverpool,la squadra di Klopp che andava in gol in casa da diverse partite non riesce a scardinare la difesa del West Bromwich Albion. 0-0 ed ennesima occasione persa per una squadra da un rendimento abbastanza altalenante e capace di alternare partite da grandi squadra a scivoloni improvvisi come quello contro la quart’ultima forza del campionato. Klopp ha trovato in Salah il suo principale riferimento offensivo,esaltandone le capacità e facendolo diventare capocannoniere della Premier League. La sensazione sembra però che quella di Klopp non sia altro che un’arma a doppio taglio, se infatti l’egiziano non è in giornata il Liverpool stenta a decollare. Con nessun giocatore in grado di caricarsi il peso del gioco sulle spalle e una panchina non all’altezza,il Liverpool ha molto da migliorare e per gennaio si pensa già al nome di Aubameyang, in rottura col Borussia Dortmund  e quindi possibile nuovo acquisto dei Reds. Trattativa ad oggi molto complessa ma sicuramente alla portata delle casse del club,che aggiungerebbe un ulteriore giocatore di classe ad un pacchetto offensivo che stenta ancora a trovare la giusta continuità.

  •   
  •  
  •  
  •