Rissa Manchester, finale di derby incandescente all’Old Trafford: ferito Arteta

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Rissa Manchester, il derby inglese finisce in baraonda

Post derby di Manchester incandescente ieri all’Old Trafford: dopo la vittoria del City per due a uno sullo United gli spogliatoio del glorioso stadio inglese si sono trasformati in “saloon” da far west a causa di una furibonda lite che, stando alla ricostruzione fatta dai media d’oltre Manica, avrebbe coinvolto 20 giocatori delle due squadre e diversi componenti dello staff tecnico di United e City. Tra loro protagonisti della rissa vi sarebbero anche Josè Mourinho, tecnico dello United, e Mikel Arteta, assistente dell’allenatore del City Pep Guardiola.
A causa della rissa Manchester si è risvegliata incredula: quanto accaduto ieri pomeriggio al termine del derby tra Manchester United e Manchester City, vinto dalla formazione di Guardiola per due a uno, getta fango sulla gloriosa storia delle due società.  La rissa, secondo le notizie riportate dai media inglesi, avrebbe avuto come protagonisti numerosi giocatori dei due club ed avrebbe provocato il ferimento ( a causa probabilmente di una bottigliata) al sopracciglio dell’assistente di Guardiola, Mikel Arteta.

Leggi anche:  Nuovo Torino, il 4-4-2 di Nicola e Ventura. Le posizioni di Singo, Verdi, Ansaldi, Izzo...

Rissa Manchester, la ricostruzione di quanto accaduto negli spogliatoi dell’Old Trafford.

Gli eccessi nei festeggiamenti da parte dei giocatori del City avrebbero provocato il risentimento di José Mourinho, che a un certo punto si sarebbe recato nello spogliatoio della squadra di Guardiola per chiedere di abbassare il volume delle celebrazioni. Le richieste del tecnico portoghese avrebbero provocato le rimostranze dei giocatori del City ed in particolare del portiere brasiliano Ederson. Lui ed il tecnico dello United avrebbero iniziato a discutere in maniera animata in portoghese e la situazione è subito degenerata. Dalle urla si è passati in fretta agli spintoni e addirittura ai pugni, e Metro specifica che i calciatori coinvolti siano stati circa venti. Anche Mourinho sarebbe stato colpito da una bottiglietta, mentre l’assistente di Guardiola, Arteta, è rimasto ferito al sopracciglio. Secondo altre voci, da confermare, un altro componente dello staff del City sarebbe rimasto ferito, mentre Romelu Lukaku, centravanti dei Red Devils, sarebbe tra i protagonisti della rissa.
La Federcalcio inglese adesso sarà chiamata a fare piena luce su una vicenda che getta un forte discreto sulle due squadre di Manchester e rischia di avere pesanti strascichi anche dal punto di vista disciplinare. Qualora venisse accertata la ricostruzione dei fatti effettuata dai media inglesi e venissero individuati i “responsabili” della furibonda bagarre potrebbero arrivare pesanti sanzioni e squalifiche.

  •   
  •  
  •  
  •