Roma-Cagliari: Nainggolan in campo con la diffida. Di Francesco: “Sbagliato pensare alla Juve”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

È un Di Francesco determinato quello visto oggi nella conferenza stampa di avvicinamento al match che la Roma giocherà Domenica sera all’Olimpico contro il Cagliari. Il primo tema affrontato dal mister non poteva non essere la sfida contro i sardi, che l’allenatore della Roma ritiene molto insidiosa visto il cambio di marcia repentino di cui il Cagliari si è reso protagonista da quando Lopez, subentrato a Rastelli, ha preso le redini della squadra. Secondo Di Francesco i sardi hanno ritrovato quell’identità in precedenza persa, sottolineando poi la qualità che li contraddistingue in attacco, dove giocatori come Pavoletti, Joao Pedro, Farias, capaci quest’anno di siglare ben 10 dei 16 gol stagionali del Cagliari, sono sempre insidiosi.

Un’indicazione importante che l’allenatore della Roma ha fornito riguarda Radja Nainggolan; tutti si sarebbero aspettati di non vederlo in campo Domenica sera contro il Cagliari, dato che il giocatore, entrato in diffida dopo il cartellino rimediato nel precedente turno di campionato contro il Chievo, rischierebbe di saltare l’attesissima sfida che vedrà impegnata la Roma il 23 Dicembre contro la Juventus a Torino qualora rimediasse un’altra ammonizione durante la partita di Domenica sera. Contro le attese queste sono state le dichiarazioni di Di Francesco: “Sarebbe sbagliato pensare alla Juve, perché nell’imminenza c’è la gara col Cagliari. Poi anche io ci penso a queste cose, ma le valuto in prospettiva della condizione fisica dei giocatori e non della prossima gara”.

Così come Nainggolan, anche Kolarov non avrà modo di tirare il fiato contro il Cagliari, ma molto probabilmente riposerà in occasione della partita di Coppa Italia che la Roma disputerà Mercoledì 20 Dicembre all’Olimpico contro il Torino, lasciando il posto al rientrante Emerson Palmieri. Sulla difficoltà realizzativa della Roma poi, il mister afferma che è necessario mettere sul campo il lavoro che in settimana si è svolto in allenamento, dicendosi soddisfatto del gioco che la squadra esprime, auspicando però che possa in futuro concretizzare maggiormente le occasioni create.

Leggi anche:  Probabili formazioni Milan-Atalanta: ecco le scelte di Pioli e Gasperini

Sulla possibilità di vedere Dzeko e Schick (il quale in settimana ha dichiarato di avere un feeling particolare con il bosniaco) insieme, Di Francesco dichiara che c’è più di una probabilità, ma allo stesso tempo sottolinea come l’attaccante ceco debba crescere ancora tanto dal punto di vista tecnico e fisico. In chiusura l’allenatore della Roma ha cercato di rimediare alle dichiarazioni rilasciate dopo il match contro il Chievo, quando diceva che la squadra non avrebbe dovuto pensare allo scudetto, affermando: “Pretendo che la squadra arrivi n fondo a tutte le competizioni. Il fatto che io possa cambiare gli elementi non cambia che voglio che la mia squadra affronti tutti gli obiettivi allo stesso modo. Se vogliamo diventare un pochino più grandi come mentalità dobbiamo ambire ad arrivare in fondo dappertutto”.

 

  •   
  •  
  •  
  •