Serie C: l’analisi della 17^ giornata del girone meridionale

Pubblicato il autore: Enzo La Piana Segui

Nel turno di riposo della capolista Lecce, nel 17° turno del Girone C meridionale, la gara più importante è stata quella che in posticipo ha visto contrapposte Trapani CataniaI Granata hanno avuto la meglio con il risulto di 2-0 sui quotati avversari, con una  gara accorta ed attenta.Un Siracusa corsaro, ha espugnato 1-0 il difficile campo di Bisceglie, confermando le sue ambizioni di classifica.Reti bianche tra Rende e Cosenza, mentre il Francavilla è ritornato al successo 2-1 dopo due sconfitte consecutive, contro il Monopoli in rimonta.Prosegue la risalita del Catanzaro che tra le mura amiche, contro il Fondi, ha inanellato la terza vittoria 1-0 nelle ultime quattro gare. Una buona Casertana ha bloccato sul 2-2 la Juve Stabia. Per i Falchetti si tratta del terzo pareggio consecutivo.Il Matera, invece, si è imposto 2-1 sull’ Andria, che è valsa la seconda vittoria di fila in campionato.La Leonzio ha perso 0 -3 al Massimino di Catania contro Paganese, collezionando la settima partita senza successi.

Ha perso sul neutro di Siracusa la Reggina 1-0 contro un’ Akragas fresco di penalizzazione. Gli amaranto hanno mancato ancora l’appuntamento con la vittoria, facendo di fatto resuscitare la squadra di Di Napoli andata a segno con Salvemini. La squadra dello Stretto, è scesa in campo senza mordente, tanto da far registrare su un taccuino scarno di note, la sola giocata di Sparacello al 40′, stampatesi sul palo, del portiere Vono.

Lo schiaffo ricevuto, ha fatto veramente male a Cucchietti e compagni, che non hanno potuto accampare attenuanti, per l’assenza di De Francesco e Bianchimano, perchè la prestazione offerta non è stata assolutamente all’altezza delle aspettative, davanti al fanalino di coda del campionato, alle prese anche con una complicata situazione societaria.L’undici amaranto dovrà ritrovare al più presto la miglior condizione, se vorrà riprendere il cammino verso una salvezza tranquilla. Spetterà comunque e non solo al  tecnico di Colleferro – si tratta della quarta sconfitta nelle ultime 5 partite tra campionato e Coppa Italia –  cercare i rimedi adatti, per dare una sterzata immediata alla squadra, perché nonostante la forbice in classifica dalla zona play aut  sia scesa a – 3, ancora tutto è rimediabile, ma potrebbe diventare preoccupante, qualora si dovesse commettere un altro passo falso nella sfida contro la Sicula Leonzio, che al  Granillo si presenterà con intenzioni bellicose dopo la battuta  d’arresto contro la Paganese.

  •   
  •  
  •  
  •