Serie A, “Spallettata” al campionato. Turno favorevole all’Inter, il Napoli non ne approfitta

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Rimane tutto invariato in Serie A in attesa della conclusione del sedicesimo turno, con le prime quattro squadre del campionato hanno terminato le proprie partite con 0 reti segnate e 0 reti incassate. Se non è un record poco ci manca, ma comunque sulla carta la sedicesima giornata di Serie A è stata senza dubbio favorevole all’Inter di Luciano Spalletti, ancora imbattuta e con gli scontri diretti a favore. Dato ancor più interessante, l’Inter ha giocato fino a questo momento sempre in trasferta contro le dirette concorrenti per lo scudetto, uscendone con 1 vittoria contro la Roma e 2 pari contro Juve e Napoli, entrambi per 0-0, a confermare la solidità difensiva della squadra nerazzurra, che anche senza aver fornito una prestazione di altissimo livello sabato sera, ha comunque mostrato un ritrovato spirito di gruppo e di abnegazione che da anni mancavano dalle parti di Appiano Gentile.
Inoltre dopo 16 partite, lo 0 nella casella delle gare perse è un dato incredibile, nessuno alla vigilia del campionato avrebbe pronosticato un’Inter così competitiva e capace di non concedere punti alla Roma e di non prendere gol all’Allianz Stadium contro la Juventus, campione d’Italia per sei anni consecutivi. Insomma Spalletti sembra aver ridato all’Inter un’anima, inserendo i nerazzurri nella lotta scudetto, ma è necessario vedere se nel girone di ritorno la tenuta fisica reggerà, oppure se ci sarà ancora una volta un calo fisiologico. Le coppe a cui parteciperanno Juve, Napoli e Roma faranno da ago della bilancia per la consegna dello scudetto.

Leggi anche:  Dove vedere Sassuolo-Parma, streaming e diretta tv. SKY o DAZN?

Perde un’occasione il Napoli che dopo la sconfitta contro la Juve sembra aver smarrito un po’ di brillantezza e l’esclusione dalla Champions League, potrebbe aver influito ancor più negativamente sulla psiche dei giocatori azzurri. Anche ieri contro la Fiorentina, il Napoli ha faticato a giocare con la solita verve agonistica, pur avendo avuto parecchie occasioni per andare in vantaggio, ma i partenopei ci hanno abituato ad un altro tipo di calcio, più propositivo e a memoria dettato secondo le istruzioni di Maurizio Sarri. Il Napoli ha anche perso un’ottima occasione per superare l’Inter in testa alla classifica portandosi anche a +3 sulla Juventus. Comunque era da qualche partita che la banda di Sarri fatica a ritrovarsi soprattutto sul piano del gioco, dato che anche contro l’Udinese due settimane fa il Napoli ha vinto grazie ad un rigore non giocando una grandissima partita. Gli azzurri necessitano di riflettere e magari di qualche acquisto in vista del mercato di gennaio, anche perché senza Ghoulam la fascia destra non sembra più imperforabile, e con l’infortunio di Lorenzo Insigne manca la solita velocità in attacco. Altro dato preoccupante è la bassa media realizzativa della coppia Mertens-Callejon che non segnano ormai da troppi minuti e la squadra ne risente parecchio.

Leggi anche:  Dove vedere Inter-Juventus, streaming e diretta tv Serie A

Però bisogna sottolineare che era prevedibile un calo in questa fase della stagione, il preliminare di Champions di agosto ha permesso al Napoli di essere al top ad ottobre, mentre adesso qualunque squadra ne avrebbe risentito fisicamente, a maggior ragione se a scendere in campo sono sempre gli stessi 11-13 giocatori. Ingenerosi i commenti apparsi nelle ultime ore sui social riguardo Sarri, che parlavano di un “allenatore che ha rovinato il Napoli”, quando fino a qualche giorno fa lo si esaltava. Manca equilibrio in Italia nel giudicare, non è ammissibile commentare negativamente un tecnico dopo 3 partite non vinte. Comunque ora la classifica presenta l’Inter prima con 40 punti a +1 sul Napoli e a +2 sulla Juventus. La Roma impatta 0-0 a Verona contro il Chievo, dopo che la squadra di Di Francesco si è divorata l’impossibile, complici anche le parate di un Sorrentino in stato di grazia, e rimane ferma a quota 35. Tutto invariato in vetta alla classifica, aspettando la Lazio che questa sera potrebbe accorciare ulteriormente agganciando al quarto posto i giallorossi, con questi ultimi momentaneamente in vantaggio con gli scontri diretti.

  •   
  •  
  •  
  •