Sorrisi in casa Williams, Venus scagionata: non fu lei a causare l’incidente

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui
Venus Williams

Venus Williams, ancora una semifinale all’Us Open

Tempo di sorrisi nella famiglia Williams. Dopo quelli dolci dedicati alla minore delle sorelle, Serena, per la nascita della piccola Alexis Olympia e per il matrimonio con Alexis Ohanian, adesso arrivano quelli per la maggiore di casa: Venus. La 37enne è infatti stata scagionata dall’accusa di aver causato l’incidente in cui questa estate perse la vita Jerome Barson.

Ma andiamo con ordine. I fatti si riferiscono al 9 giugno scorso quando Venus Williams fu coinvolta in un incidente stradale e Palm Beach Gardens, in Florida. A causa dell’impatto perse la vita un uomo di 78 anni, deceduto in ospedale dopo 13 giorni. La tennista fu profondamente scossa per l’evento ma si presento comunque al via di Wimbledon dove però scoppiò a paingere in conferenza stampa quando un cronista le fece una domanda sull’accaduto.

Leggi anche:  Coppa Italia, probabili formazioni Inter-Milan: dubbi per Pioli, Conte lancia Eriksen?

Ma adesso il periodo buio è alle spalle. Per la polizia infatti non è stata Venus WIlliams a causare l’incidente e neanche è stata colpa dei signori Barson. Sarebbe coinvolta una terza vettura, non ancora identificata, come appare sul rapporto delle forze dell’ordine: “Questo veicolo sconosciuto di color scuro ha avviato una sequenza di eventi che hanno portato alla collisione tra Barson e Williams”. Come riporta infatti il quotidiano statunitense Sun-Sentinel di Fort Lauderdal citando fonti della polizia “Sulla base delle nostre indagini e delle leggi in Florida, in questo caso non verrà avviato alcun procedimento legale”.

Già al momento dell’incidente era stato accertato che l’ex numero 1 non stava guidando sotto l’effetto di alcool o droga e ne percorreva la strada a velocità elveata mentre un video aveva smentito l’ipotesi che si fosse distratta per guardare il cellulare.

Leggi anche:  Inter, Conte: “Bisognerà fare una grande prova di squadra”

Un bel regalo di Natale per la più grande delle sorelle Williams che adesso è pronta per iniziare la nuova stagione tennistica con uno spirito sicuramente più sollevato. Gli Australian Open, primo Slam dell’anno nuovo, la aspettano e magari sarà l’occasione giusta per battere proprio la “sorellina” Serena e prendersi la rivincita anche su un 2017 che è stato avaro di soddisfazioni.

  •   
  •  
  •  
  •