Torino-Napoli, Insigne torna tra i convocati. Mihajlovic “Spero non si sveglino con noi”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

torino-napoli
Torino-Napoli
è l’anticipo della diciassettesima giornata di Serie A: all’Olimpico Grande Torino si affrontano i granata di Sinisa Mihajlovic, rigenerati dopo il successo di Roma contro la Lazio in seguito al quale si sono decisamente rilanciati in classifica, e gli azzurri di Maurizio Sarri, reduci dallo scialbo pareggio interno contro la Fiorentina, pronti a rimettersi in carreggiata per riprendersi così il primato in classifica, distante attualmente una sola lunghezza.
Il tecnico dei granata smorza l’entusiasmo della trasferta di Roma e predica calma, il pensiero di Mihajlovic si riassume in queste dichiarazioni: “La vittoria di Roma ci ha stappato come una bottiglia di champagne, sicuramente non dobbiamo montarci la testa e dobbiamo restare umili“.
Sarri, d’altro canto, dovrà lavorare molto sul morale e l’autostima dei suoi uomini: il Napoli, nel giro di poco più di dieci giorni, ha perso la vetta della classifica in favore dell’Inter, ma ancor più grave è stato eliminato dalla Champions League, disputando una pessima fase a gironi.

Torino-Napoli, Mihajlovic “Spero non si sveglino con noi”

Sinisa Mihajlovic ricorda ancora la gara del San Paolo dello scorso anno: il terribile 5-0 subito diede una decisa scossa alle solide certezze del Torino. Proprio per questo il tecnico serbo teme moltissimo in Napoli e in conferenza stampa rende particolarmente esplicito il concetto: “Forse ora il Napoli è un po’ in calo, ma resta una grande squadra – afferma Mihajlovic -. Ci può stare un momento di difficoltà per le grandi squadre, ma dopo due-tre partite ripartono. Spero non si sveglino domani ma fra una settimana. Rispetto all’anno scorso noi siamo più difficili da perforare – aggiunge il tecnico granata -, loro hanno mantenuto le loro qualità. Sarà una gara molto difficile per noi, spero anche per loro”.
Il Toro può ora contare anche sull’apporto di Ljajic, sul quale resta da sciogliere il nodo su un suo possibile impiego dal 1′ oppure sull’ingresso in campo a gara in corso.
Per i partenopei invece sono giunte buone notizie dall’infermeria: Lorenzo Insigne è pienamente recuperato dall’infortunio al pube ed è stato convocato dal tecnico partenopeo per la trasferta in terra piemontese. L’attaccante di Frattamaggiore, che era assente nelle sfide con Feyenoord in Champions e Fiorentina in campionato, torna disponibile ed arruolabile e dovrebbe partire dal 1′, formando nuovamente il tridente atomico con Callejon e Mertens.

  •   
  •  
  •  
  •