Verona-Juventus: Caceres risponde a Matuidi, poi Dybala chiude la contesa

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui


Seconda sconfitta consecutiva per l’Hellas Verona dopo il pesante 4-0 rimediato al Dacia Arena con l‘Udinese.
La squadra di Pecchia ha combattuto, ha reagito allo svantaggio iniziale, per poi capitolare sotto i colpi di Paulo Dybala, in serata di grazia. Già dopo due minuti la squadra di Allegri si fa pericolosa con Benatia, il cui colpo di testa finisce di poco fuori. Il vantaggio ospite arriva al 5′: gran sventola di Higuain che coglie il palo alla sinistra di Nicholas: riprende Matuidi che sigla lo 0-1. All’11’ Higuain scaglia un missile da fuori area ma Nicholas è attento e devia alla propria destra. Trascorrono otto minuti ed è ancora l’argentino a rendersi pericoloso: la sua punizione finisce di un nulla fuori alla destra del portiere scaligero. Il Verona reagisce e Verde al 29′ sfiora il pareggio: il suo tiro a girare finisce però fuori di poco alla sinistra di Szczesny. Al 58′ il Verona perviene al pareggio: gran sventola da fuori area dell’ex Caceres, che infila il portiere bianconero, vanamente proteso alla propria destra. Sulla spinta dell’entusiasmo la squadra di Pecchia prova ad insistere: Caceres lancia Kean verso l’area avversaria ma la difesa ospite riesce a liberare, seppur con affanno. La Juventus si getta allora a capofitto in avanti: al 67′ Mandzukic colpisce di testa in elevazione ma la sfera esce di un niente alla destra di Nicholas. Sale allora in cattedra Dybala, che chiude praticamente da solo la gara: al 72′ l’argentino raccoglie un cross da destra ed infila il portiere locale. Il Verona è frastornato e capitola ancora al 77′: la serpentina del numero 10 bianconero ubriaca la difesa e si conclude in gol. A questo punto Pecchia fa entrare Pazzini che può veramente poco. Anzi: all’80’ c’è una punizione dal limite per i bianconeri (in divisa gialla per l’occasione): alla battuta va l’argentino ma Nicholas si distende e devia alla propria destra. Sarebbe stata forse una punizione troppo severa per gli scaligeri, che si sono impegnati molto di più rispetto alla gara precedente, ma che rimangono ancora solitari al penultimo posto. La situazione non è cambiata, stanti le sconfitte di Crotone e Spal, ma la realtà è che la squadra di Pecchia non riesce a trovare continuità. E nel prossimo turno si andrà al San Paolo. La Juventus ottiene tre punti molto preziosi che le consentono di rimanere in scia del Napoli. Nel prossimo turno i bianconeri saranno impegnati a Cagliari.

Leggi anche:  Argentina, il Boca Juniors si aggiudica la Coppa Maradona

Verona-Juventus                                                       1-3                        (0-1)

Verona: Nicolas 6,5 , Romulo 6, Zuculini 5,5, Verde 6, Kean (81′ F. Zuculini sv), Caracciolo 6,
Bessa 6 (87′ Calvano sv ), Caceres 7 (77′ Pazzini sv), Ferrari 6, Heurtaux 5,5, Buchel 6
A disposizione: Silvestri, Coppola, Laner, Fossati, Valoti, Tupta, Bearzotti, Souprayen, Felicioli
Allenatore: Pecchia
Juventus: Szczesny 6, Chiellini 6, Benatia 6, Khedira 6, Higuain 6
Dybala 7,5, Alex Sandro 6,5, Matuidi 6, Mandzukic 6  (81′ Marchisio sv), Lichtsteiner 6 (74′ Barzagli sv)
Bentancur 5 (46’Bernardeschi 6,5)
A disposizione: Pinsoglio, Loria, Costa, Pjaca, Asamoah, Rugani, Sturaro
Allenatore: Allegri

Leggi anche:  Inter, partita perfetta contro la Juventus con un Vidal ritrovato

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo 6
Marcatori: Matuidi al 5′- Caceres al 60′- Dybala al 72′  e al 77′
Ammoniti: Caceres, Romulo
Recuperi: 0’+4′

  •   
  •  
  •  
  •