Mercato Inter, nodo Eder: Premier o Russia

Pubblicato il autore: Aote Segui

All’Inter ormai da due stagioni, ma mai veramente al centro del progetto tecnico nerazzurro e possibile sacrificato del mercato d’inverno.

L’avventura di Eder in maglia nerazzurra sarebbe ormai prossima ad esaurirsi; l’italo brasiliano avrebbe dovuto essere, nei piani stagionali di Spalletti, la prima vera alternativa a capitan Icardi, ma lo stesso tecnico toscano ha finito con l’impiegarlo col contagocce; un solo gol in stagione, da subentrato al Torino, troppo poco per un calciatore che resta nel giro della Nazionale.

Logico allora guardarsi attorno: la prima opzione di Eder sarebbe stata un ritorno alla Sampdoria, ma un ingaggio troppo alto e un reparto offensivo ben fornito hanno scoraggiato il presidente Ferrero ad approfondire il discorso. Eder e l’Inter guardano insieme all’estero alla ricerca di possibili situazioni, con la collaborazione di due vecchie conoscenze.

Leggi anche:  Probabile formazione Spezia- Juve, le scelte di Allegri

Il Crystal Palace di Roy Hodgson sta cercando una spalla per il belga Benteke; sul tavolo ci sarebbe un offerta da 3 milioni per il prestito, con riscatto a fine stagione fissato a 7, per un totale di 10 milioni di euro; ipotesi vantaggiosa per l’Inter, che vorrebbe ricavare almeno un altro milione, ma meno per il calciatore, che sarebbe più attratto dallo Zenit di Mancini; lo jesino fu colui che portò Eder in nerazzurro ma i russi sarebbero disposti a mettere in piedi un’operazione solo in prestito secco.

In Corso Vittorio Emanuele la pista londinese resta ovviamente la prediletta; l’eventuale incasso derivato dalla cessione di Eder porterebbe nuove risorse in cassa, magari da destinare all’acquisto di un nuovo attaccante; la pista Sturridge resta sempre in piedi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,