AD Sassuolo su Politano: “La Juve? Ci ha chiesto solo se avessimo chiuso col Napoli”

Pubblicato il autore: Lorenzo Pompi Segui

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - DECEMBER 10: Edoardo Goldaniga of US Sassuolo Calcio (C) celebrates with his team-mates the victory at the end of the Serie A match between US Sassuolo and FC Crotone at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on December 10, 2017 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)
“Abbiamo una politica seria: tratteniamo i nostri talenti fino a fine stagione. Con Matteo, nonostante la sua volontà, siamo stati chiari:lui ha firmato un contratto di cinque anni, ci lusinga che il Napoli abbia mostrato interesse da tempo e non dalle 22 di ieri sera, ma per noi è importante costruire un percorso. Se ci saranno altre opportunità ne discuteremo a giugno”. Così interviene l’ad del Sassuolo Giovanni Carnevali sulla vicenda Politano.

“Noi con la società partenopea abbiamo un ottimo rapporto, Zaza era richiesto dalla Juventus a tutti i costi – aggiunge Carnevali – ma noi abbiamo voluto trattenerlo qui, anche perché lui voleva rimanere con noi fino a fine stagione; con Defrel uguale”. Il dirigente neroverde sembra voler gettare acqua sul fuoco delle polemiche in merito alla presunta interferenza della Juventus nella trattativa per portare l’attaccante romano alla corte di Sarri, che ha fatto infuriare la dirigenza partenopea.

Proprio in merito a questa vicenda l’ad degli emiliani aggiunge: “La Juventus ci ha chiesto solo se avessimo chiuso col Napoli. Noi abbiamo detto no e che non si sarebbe chiusa, ma non si è mai parlato di cifre, non è servito ad alzarle. Sono state montate alcune cose non proprio veritiere”. Carnevali precisa quindi che si è trattata di una scelta tecnica, non dettata da ragioni economiche o da alleanze societarie. Chissà se queste dichiarazioni basteranno a placare gli animi della società partenopea, in primo luogo il ds Giuntoli. In queste vicende non è sicuramente l’onestà a farla da padrona, probabilmente bisognerà aspettare giugno per conoscere la verità. Proprio come ha affermato Carnevali.

  •   
  •  
  •  
  •