Inter, Perisic e Candreva hanno deluso. Cambio di modulo per le prossime partite?

Pubblicato il autore: Angelo Mandarano Segui

MILAN, ITALY - DECEMBER 16: FC Internazionale Milano coach Luciano Spalletti gestures during the Serie A match between FC Internazionale and Udinese Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on December 16, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Era il 3 dicembre del 2017 e l’Inter batteva con agevolezza un Chievo rimaneggiato per 5-0. Protagonista in assoluto in quella partita fu Ivan Perisic, autore di una tripletta condita da una prestazione a tutto campo. Da allora, i nerazzurri hanno giocato ben 9 partite (coppa Italia compresa) senza mai riuscire a vincere e soprattutto senza riuscire a segnare più di una rete a partita: in totale 5 sole reti, di cui una all’Udinese, una alla Fiorentina, una alla Roma, un autogoal (quello di Vicari nella trasferta di Ferrara) ed infine la rete al Crotone di Eder nel match di ieri sera. A mancare, oltre a dei centrocampisti più prolifici di quelli attuali, sono soprattutto i goal delle ali Perisic e Candreva: il primo si è fermato a quota 7 reti stagionali dopo la tripletta al Chievo Verona mentre l’esterno ex Lazio pur avendo fornito 8 assist finora, non è mai riuscito a timbrare il suo nome nel tabellino dei marcatori.

Leggi anche:  Caressa: "Ecco come finiranno Juventus-Torino e Inter-Bologna"

A peggiorare la situazione, le prestazioni dei due esterni in questi due mesi sono calate sensibilmente, non riuscendo ad andare oltre il cross a vuoto in area di rigore (Candreva) o il tentativo di andare sul fondo per crossare o la giocata inutile in area (Perisic). Non è un caso, dunque, che il pubblico di San Siro si sia disaffezionato ai giocatori, in particolare a Candreva, ieri uscito per l’ennesima volta tra i fischi del pubblico. Luciano Spalletti sa benissimo che di questo passo i nerazzurri mancherebbero la qualificazione alla Champions League per il sesto anno di fila, poiché la Lazio potrebbe tentare la fuga già domani e la Roma è ad un solo punto dall’Inter. Quale può essere dunque, la soluzione che l’allenatore nerazzurro potrebbe adottare per far uscire la sua squadra da questo momento di crisi?

Leggi anche:  Dove vedere Sampdoria Milan, live streaming e diretta TV Serie A

Come è stato ipotizzato su calciomercato.com a causa delle prestazioni negative delle sue ali, il tecnico di Certaldo starebbe pensando di cambiare il modulo ed utilizzare il rombo oppure un 3-4-1-2 che per certi versi assomiglierebbe a quello utilizzato ai tempi della Roma. Con il rombo a farne le spese potrebbe essere Ivan Perisic, uno che, nonostante non abbia fornito sempre delle prestazioni positive, è sempre stato utilizzato dall’allenatore dal primo minuto con i risultati che abbiamo visto. A ridosso delle due punte che sarebbero presumibilmente Icardi ed Eder, possibile lo schieramento di Candreva, in modo da sfruttare il suo tiro dalla distanza, oppure il nuovo arrivato Rafinha Alcantara, il quale ieri ha mostrato doti tecniche superiori a quelle dei suoi compagni di reparto e, probabilmente, a quelle di buona parte della squadra. Questa soluzione darebbe la possibilità ai terzini di spingere ulteriormente sulle fasce ed assistere meglio la squadra in fase offensiva ed in linea teorica eliminerebbe la possibilità di affidarsi esclusivamente ai cross per cercare di segnare. La seconda opzione, il 3-4-1-2, vedrebbe esclusi sia Perisic che Candreva a favore di Cancelo e Dalbert, meno oberati dai compiti difensivi; per il ruolo di trequartista rimarrebbe il ballottaggio tra Rafinha e Candreva, con il primo nettamente favorito rispetto all’ex laziale. In attacco, invece, Spalletti potrebbe premiare Eder schierandolo al fianco di Icardi. Già domenica contro il Bologna potrebbe essere proposta questa soluzione.

  •   
  •  
  •  
  •