Foggia-Cesena 2-1: tre punti all’ultimo respiro

Pubblicato il autore: Jacopo Raspatelli Segui

PARMA, ITALY - DECEMBER 16: Official ball of Robe di Kappa during the Serie B match between Parma Calcio and AC Cesena at Stadio Ennio Tardini on December 16, 2017 in Parma, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

E’ finito 2-1 l’anticipo della 31esima giornata di Sere B giocatosi allo stadio “Pino Zaccheria” tra Foggia e Cesena. Vantaggio ospite allo scadere del primo tempo con l’ex Laribi, risposta rossonera ad inizio ripresa con il capitano Agnelli e graffio definitivo di Mazzeo all’ultimo secondo di gara.

Non una gara particolarmente spumeggiante da entrambi i lati, con i rossoneri che hanno sempre tenuto in mano il pallino del gioco ma che sono riusciti poche volte ad impensierire gli avversari. Parte forte il Foggia che collezione due calci d’angolo nei soli prima sessanta secondi. La prima clamorosa palla goal arriva al 16′ con Duhamel che riceve palla da Deli e tira in porta a botta sicura ma trova il salvataggio di un difensore romagnolo, sulla respinta Agnelli piazza la palla a portiere battuto ma è ancora un difensore bianconero a salvare i suoi dall’1-0. Un sinistro debole di Fedato al 29′ ed un destro alto di Laribi pochi mnuti dopo sono le uniche occasioni degne di nota prima del goal che porta in vantaggio il Cesena. Minuto 43: Fedato perde palla in avanti, lancio di Perticone per Dalmonte che entra in area e serve tutto solo Laribi che piazza la palla a giro alle spalle di Guarna.

Leggi anche:  DAZN non funziona per problemi tecnici e gli abbonati si infuriano: "Ridateci i soldi"

La ripresa si riapre con il pareggio immediato dei rossoneri per mano del capitano Agnelli che sfrutta di testa un cross dalla sinistra di Kragl. No c’era modo migliore per festeggiare le 200 presenze con la maglia rossonera. Il Foggia continua a macinare, sembra essersi ribaltata la situazione ma le occasioni continuano a mancare. E’ tempo di cambi: Castori manda in campo gli ex Fedele e Chiricò, per Di Noia e Dal Monte, Stroppa risponde con Scaglia e Nicastro al posto di Duhamel ed un Fedato fischiato dallo Zaccheria per la prestazione decisamente poco convincente. Ancora niente da fare, le due squadre ci provano con tiri dalla distanza che non impensieriscono minimamente gli estremi difensori. La partita sembra volgere al termine quando Stroppa tenta il tutto per tutto mettendo Floriano al posto di Deli. L’arbitro concede 5 minuti di recupero ma è solo a trenta secondi dal termine che Mazzeo sfrutta un colpo di testa di Tonucci, vince un rimpallo con Fulignati e deposita la palla in porta facendo esplodere lo Zaccheria.

Leggi anche:  Bologna corsaro a Marassi: 2-1 alla Sampdoria

Vittoria importantissima per i rossoneri che si portano a 40 punti lasciando il Cesena a quota 33. Prossimo turno al “Tardini” di Parma per il Foggia di Stroppa. Gli uomini di Castori, invece, affronterano in casa il Perugia di Breda.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,