Milan: Elliot caccia Li: nuova proprieta’ nel 2019

Pubblicato il autore: Luigi Lencioni Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Il Milan e’ sempre al centro di notizie societarie che possono essere ostacolo per raggiungere gli obiettivi. Li non ha soldi, questo si sapeva, il prestito che ha ottenuto da Elliot non verrà restituito. Il cinese, rappresenta l’ unico esempio di proprietario che ha il controllo fi una societa’ che non ha pagato un centesimo.
Per finire la stagione servono 35 milioni di euro, in beni e le società di Li sono bloccare ed esiste il forte rischio di una bancarotta. Ecco allora che Fassone e Mirabelli, non hanno alternative.  Si faranno prestare anche questi soldi da Elliot , con interessi altissimi, pero’ poi dovranno lasciare il comando insieme a Li.

Il Milan diventerà di Elliot, una delle sue tante società. Tutti sappiamo poi che lavoro svolge questo signore, compra e rivende società, con grandi guadagni personali. Sara così anche per il Milan, che nel 2019 venderà dopo essersene assunto tutti gli oneri, evitando grandi svalutazioni. Ecco il piano che Elliot aveva in mente fin da subito. Il futuro dei rossoneri passerà da un’ altra cessione, al momento misteriosa ma su cui già si sta lavorando guardando in Arabia. L’ attuale dirigenza per ovvi motivi nega, anche se ricordiamo tutti bene come lo stesso Fassone ha legato il suo futuro a quello di Gattuso. Ecco svelato l’ arcano. Ci vorrà del tempo ma lo scenario e’ chiaro, i tifosi milanisti avranno ancora qualche scossone, ma possono consolarsi con un consolidamento chiaro che ha portato risultati finalmente accettabili. L’ eta dei cinesi, sembra già al capolinea, forse in verità non d’ mai cominciata. Prevedere una cessione illustre e’ prendere coscienza che serve per gestire una squadra che ha visto sempre maggiori. Fino al giorno della cessione Elliot non vorrà soltanto spendere, nessuno gli insegna come muoversi nel far tornare i conti.
Il Milan non fa’ parte dei suoi sentimenti, solo di lavoro si tratta, la persona che s’ innamorera’ nuovamente di questi gloriosi colori ancora non e’ stata trovata, il passato non va ricordato, il presente e’ la ricerca della stabilità, il futuro un punto interrogativo che solo il prossimo anno avrà un nome nuovo. In bocca al lupo!!!

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Brasileirão, 23a giornata: Atlético Mineiro al comando, Internacional e Fluminense perdono terreno