Roma, la trasformazione di Edin Dzeko, da possibile partente a bomber ritrovato

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui
during the Serie A match between AS Roma and FC Crotone at Stadio Olimpico on October 25, 2017 in Rome, Italy.

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

La Roma può sorridere, non solo per la qualificazione ai quarti di finale di Champions League, ma soprattutto per aver ritrovato il vero Edin Dzeko. Sul piede di partenza nel mese di gennaio, destinazione Londra, il bosniaco non ha mai smesso di lottare per la maglia giallorossa, rispondendo presente sul campo nonostante le voci di mercato che lo tormentavano. Il 24 gennaio, a Genova, nel recupero della terza giornata di campionato, pareggiò nei minuti di recupero il vantaggio della Sampdoria, guadagnando un punto insperato. Successivamente però, il gigante bosniaco, sembrava aver perso il feeling con il gol, e fortunatamente per la Roma c’è stata l’esplosione del baby turco Cengiz Under a fare le veci del bosniaco, che è andato a segno per ben 5 volte nelle ultime 10 partite.

Leggi anche:  Brasileirão, 22a giornata: il Flamengo aggancia in vetta l’Atlético Mineiro, il Fluminense risale al quinto posto

DALLA DOPPIETTA DI NAPOLI, AL GOL QUALIFICAZIONE CON LO SHAKHTAR
Dopo le due sconfitte consecutive, prima in Champions League con lo Shakhtar Donetsk nella partita di andata, e poi quella di campionato all’Olimpico contro il Milan, la Roma è chiamata a reagire al San Paolo contro il Napoli capolista di Maurizio Sarri, e lo fa alla grandissima. La squadra capitolina subisce la rete del vantaggio partenopeo con Lorenzo Insigne, pareggiata immediatamente dal turco Under. Ed ecco che si scatena Edin Dzeko, che mette a segno una doppietta sensazionale. La prima rete viene propiziata da un bel cross dalla destra di Alessandro Florenzi che il bosniaco impatta di testa mettendo il pallone in rete, mentre, la rete dell’1-3 è frutto di un azione solitaria del 9 giallorosso che scarica dal limite dell’area un sinistro a giro imparabile che si insacca alle spalle dell’incolpevole Pepe Reina. I giallorossi chiuderanno il match sul risultato di 1-4, con la rete di Perotti, guadagnando punti importantissimi per la lotta al terzo posto con Inter e Lazio.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, le probabili formazioni: Benzema out, Conte lancia i fedelissimi?

Dopo essere stato il protagonista assoluto nella vittoria della Roma in terra campana, Edin Dzeko è chiamato ancora una volta a trascinare la squadra giallorossa ai quarti di finale di Champions League, traguardo che mancava da ben 10 anni. Dopo un primo tempo anonimo e senza mai tirare in porta, la ripresa si apre con la rete a sorpresa del bosniaco, che, al minuto 52′, servito sul filo del fuorigioco da un assist spettacolare dell’olandese Kevin Strootman, mette a segno il gol del vantaggio giallorosso e del passaggio del turno, con il delirio del tifo romanista. Edin Dzeko, inoltre, si rende protagonista di un’azione di contropiede, obbligando il difensore Ordets al fallo da ultimo uomo, lasciando gli ucraini in inferiorità numerica negli ultimi 10 minuti di gara. Il gigante bosniaco a fine gara, esprime tutta la sua soddisfazione:”Sono felice, siamo meritatamente ai quarti. A gennaio ho rischiato di andare via ma sono voluto rimanere proprio per giocare partite come queste. Ora ogni avversario che incontreremo sarà forte, ma se siamo tra le migliori 8 vuol dire che siamo forti anche noi”.

Parole che infiammano i tifosi giallorossi, che non aspettavano altro che urlare ad alta voce il nome del bomber bosniaco dopo i suoi gol, quelli importanti, quelli per continuare a sognare.

  •   
  •  
  •  
  •