SPAL-Juventus: la squadra di Semplici fa quello che deve, quella di Allegri no

Pubblicato il autore: stefano beccacece Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

SPAL-Juventus, la squadra di Semplici fa quello che deve

SPAL-Juventus non vede accadere miracoli per la squadra bianconera di Massimiliano Allegri. Da qualche partita la capolista non riesce ad esprimere un gioco convincente e così – se contro la Lazio basta una giocata di Paulo Dybala in extremis, e contro il Tottenham bastano 4 minuti da grande squadra per eliminare gli uomini di Pochettino – a Ferrara non è sufficiente accettare un primo tempo paziente, lavorare l’avversario ai fianchi aspettando che la difesa di casa crolli, e poi attendere che qualcuno inventi qualcosa. Gli uomini di Semplici fanno quel che evono fare: aspettano, si difendono,  danno a Schiattarella il compito di far respirare la manovra ed ad Antenucci quello – appena possibile – di ripartire. A tal proposito, nella ripresa è fondamentale l’intervento do Rugani che impedisce al pallone di arrivare a Paloschi in area.

Leggi anche:  Inter, Conte si sfoga: "Non vi dico cosa buttano sull'Inter"
SPAL-Juve, nessuno scompiglio nei piani di casa

Dall’altra parte, ai bianconeri non riesce il compito di scompaginare il piano degli estensi. Alzano il rirmo solo nell’occasione per Alex Sandro nel primo tempo, e ad inizio ripresa, quando Higuain è imbeccato da De Sciglio in profondità. Solo negli ultimi 10 minuti la SPAL appare stanca, ma i bianconeri continuano principalmente a cercare – invece di tentare conclusioni da fuori o lanci lunghi – passaggi lenti e prevedibili per provare ad aprirsi dei varchi. Meno el dovuto, ieri sera, i cambi i passo che ci si aspetta  da Douglas Costa e Dybala.

sPAL-Juventus rnfranca il Napoli

SPAL-Juventus
è quella partita che il tecnico juventino non avrebbe mai voluto fallire. Arriva prima della sosta, che lascia sempre delle incognite – e, in attesa del match con il Genoa, rinfranca il Napoli. Gli azzurri attendono con apprensione la sfida dei campioni d’Italia col Milan. Fiuriamoci con quale spirito scenderanno in campo dopo l’inatteso regalo dei ferraresi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,