Torneo di Viareggio 2018: ecco le info generali e i talenti da appuntare sul taccuino

Pubblicato il autore: Antonio Battaglia Segui
NAPLES, ITALY - AUGUST 27: Player of SSC Napoli Dries Mertens scores the 2-1 goal during the Serie A match between SSC Napoli and Atalanta BC at Stadio San Paolo on August 27, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Il talent show mondiale del calcio giovanile. Viareggio, la Perla del Tirreno, città famosa non solo per il turismo balneare ma anche per il suo Carnevale. E non è tutto.
Se è vero che, in Italia, il calcio supera la religione, allora non saranno in pochi a conoscere la Viareggio Cup, detta appunto anche Coppa Carnevale o più comunemente torneo di Viareggio, vero e proprio palcoscenico di giovani fenomeni.
Domani 12 marzo avrà inizio questo importante evento mondiale, nato esattamente 70 anni fa dal Centro Giovani Calciatori di Viareggio con lo scopo di superare gli orrori e le brutture della seconda guerra mondiale e contemporaneamente di segnalare i migliori talenti alla squadra cittadina, che in quell’anno si trovava a disputare il campionato di serie B.

Leggi anche:  Verona, infermeria in affollamento: anche Kalinic va ko

Ad inaugurare il torneo sarà Federico Chiesa, talento emergente del calcio italiano incaricato di leggere, come da tradizione, un giuramento. Ospiteranno lo spettacolo stadi quali lo storico “Torquato Bresciani” di Viareggio, che sarà teatro della prestigiosa finalissima, e il “Federghini” di La Spezia. Saranno coinvolte, inoltre, anche le province di Firenze, Pistoia, Ferrara, Livorno e Lucca.
Le partite saranno trasmesse, come al solito, in onda su Rai Sport.
Sono quaranta le squadre partecipanti, ben otto in più rispetto all’ultima edizione: esse saranno divise in dieci gironi che ne qualificheranno agli ottavi di finale 16. Tra queste, presente il Sassuolo campione in carica, mentre saranno 13 le squadre straniere. Il dato curioso e al contempo di grande importanza è la rappresentanza di tutti e 5 i continenti. La scorsa stagione il “Golden Boy” del torneo è stato Carlo Manicone, attaccante dell’Empoli attualmente al Lugano e figlio di Antonio, attuale vice del CT della Svizzera Vladimir Petkovic.

Leggi anche:  Roma, guai in difesa per Fonseca: nuovo stop per Smalling

Torneo di Viareggio: ecco i talenti da appuntare sul taccuino

Molti i nomi dei talenti da tenere in considerazione quest’anno, tra i quali spiccano due giocatori dell’inter come Facundo Colidio, attaccante classe 2000 acquistato dagli argentini del Boca Juniors per ben 7 milioni, e Nicolò Zaniolo, trequartista con già 7 presenze all’attivo in Serie B tra le file della Virtus Entella e da molti etichettato come campione dal futuro garantito.
Pupillo di Rui Costa, Tiago Dias tenterà di caricarsi il Milan sulle spalle, mentre invece la Fiorentina sembra aver scoperto un nuovo figlio d’arte, il talentuoso esterno offensivo Riccardo Sottil.
Altri nomi caldi sono quelli di Ravaglia, portiere del Bologna, il bomber granata Vincenzo Millico e Arnel Jakupovic, attaccante austriaco che proverà a trascinare la sua Juventus verso la vittoria finale.
Squadra straniera certamente tra le più competitive è il Partizan Belgrado, che può vantare nella propria rosa quello che in Serbia già definiscono “il nuovo Ljajic”, il trequartista Armin Djerlek.
Infine, riscuote grande curiosità un altro talento nelle fila del Benevento, Vincenzo Pinto: attaccante classe 2000, in questo torneo proverà a confermare le aspettative di grandi squadre come Napoli, Sassuolo ed Empoli che lo hanno già posto in cima alla lista dei desideri.
La kermesse è prestigiosa, così come le squadre partecipanti. Sarà una 16 giorni di fuoco in quel di Viareggio, e sarà difficile smentirci.

  •   
  •  
  •  
  •