Icardi giura amore all’Inter: “Voglio restare”. E sul Mondiale: “Sono pronto”

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui


Lunga intervista rilasciata al quotidiano argentino Olè da parte di Mauro Icardi. L’attaccante e capitano dell’Inter ha parlato a 360 gradi del suo momento e di quello della squadra, oltre che delle prospettive future, tra possibili esperienze estere e il Mondiale con la sua Nazionale in Russia, in programma tra poco meno di due mesi. Amore viscerale quello del numero 9 della squadra di Spalletti, che chiude le porte a qualsiasi eventuale partenza estiva: “Quello che si sente sul mercato è diretta conseguenza delle mie prestazioni in campo, ma io voglio restare all’Inter: questa è casa mia, poi sicuramente il futuro può essere un’incognita. Quel che è certo è che non manca mai il mio impegno per raggiungere gli obiettivi”.

In questa stagione Icardi ha ampiamente superato i 100 gol in nerazzurro: “Per me è un traguardo straordinario, quasi inimmaginabile. Averlo raggiunto con questa maglia, con la fascia di capitano dell’Inter e in un campionato difficile come la Serie A è motivo di grandissimo orgoglio e per cui devo ringraziare tutti i miei compagni”. L’obiettivo stagionale dell’ex Samp e di tutta la squadra è raggiungere un piazzamento utile per la prossima Champions League, oggi distante un punto dalle antagoniste Roma e Lazio. Il capitano nerazzurro ci crede: “Sono molto ottimista, l’Inter deve tornare ai livelli che merita. Abbiamo avuto momenti di difficoltà ma abbiamo anche dimostrato di cosa possiamo essere capaci”. 

Capitolo Nazionale. Icardi è stato convocato in un paio di occasioni dal c.t. Sampaoli, dopo il veto posto dal precedente selezionatore, Bauza, salvo poi essere escluso in occasione delle amichevoli dell’Argentina a Marzo, anche a causa dei problemi fisici che lo hanno afflitto nella prima parte del 2018. Tuttavia non manca la speranza di partecipare al Mondiale: “E’ uno dei miei obiettivi ma non mi faccio tormentare. Io credo di avere l’età giusta per giocare una Coppa del Mondo e di aver dimostrato in tutti questi anni il mio valore”. Però, si sa, la concorrenza nell’Albiceleste è spietata: “Conosco altri attaccanti come Higuain e Aguero, che meritano anche loro di andare al Mondiale. Certamente se non dovessi partecipare, sosterrò comunque la mia nazione”. L’intervista è anche un’occasione per smentire le voci su una sua difficoltà di ambientamento nello spogliatoio della squadra di Sampaoli, soprattutto a causa della tormentata love story con la moglie, Wanda Nara, che ha scatenato l’ira di personaggi influenti come Maradona, che più volte lo ha definito come un traditore nei confronti di Maxi Lopez, ex compagno di Icardi alla Sampdoria ed ex marito della showgirl argentina: “Il gruppo dell’Argentina è fantastico e ci tengo a chiarire che con tutti, Messi incluso, ho un rapporto ottimo. Tutto quello che è stato detto sono solo chiacchiere infondate”. 

Infine Icardi elogia il suo potenziale partner d’attacco nell’Inter per il prossimo anno, Lautaro Martinez, oggi di proprietà del Racing Avellaneda ma ormai prossimo a trasferirsi alla corte di Luciano Spalletti: “Credo che sia un grande attaccante, molto promettente. Mi auguro che si ambienti bene all’Inter e nel campionato italiano e da parte mia troverà sicuramente un aiuto in questo senso”. 

  •   
  •  
  •  
  •