Russia 2018: il Mondiale del riscatto degli ex interisti

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui
LIVERPOOL, ENGLAND - JUNE 03: Philippe Coutinho of Brazil controls the ball during the International friendly match between of Croatia and Brazil at Anfield on June 3, 2018 in Liverpool, England. (Photo /Getty Images)

Coutihnho – Foto Getty Images by Alex Livesey © scelta da SuperNews

Il Mondiale 2018 sta regalando diverse sorprese e al momento appare molto incerto. Tra le tante curiosità, una che merita una menzione particolare è quella relativa all’ottimo rendimento di alcuni calciatori che in passato hanno militato nell’Inter.
Il primo è Philippe Coutinho, che ha vestito la maglia nerazzurra dal 2010 al 2013 totalizzando 47 presenze e 5 goal. All’ombra della Madonnina il brasiliano ha sempre dato l’impressione di essere un talento inespresso ed infatti prima al Liverpool e poi al Barcellona ha fornito prestazioni decisamente più esaltanti.
Nel corso del Mondiale Coutinho ha messo a segno due goal in altrettante presenze, mostrandosi uno dei leader dei verdeoro. Peccato che a Milano non abbiano avuto la pazienza di aspettarlo.
Altro rimpianto di casa Inter è Xherdan Shaqiri, passato dalla Pinetina tra il gennaio e il giugno 2015. Lo svizzero di origini kosovare non ha incantato nei suoi sei mesi in Italia e ha messo insieme appena 20 presenze e tre goal. Con la nazionale elvetica guidata dall’ex tecnico della Lazio Vladimir Petkovic sta risultando uno dei migliori e il sigillo realizzato contro la Serbia è solo la ciliegina sulla torta della sua maturazione calcistica. Tra i motivi del suo “fallimento” interista c’è senz’altro il periodo della squadra, che in quella stagione ha vissuto di pochi alti e tantissimi bassi.
Esordio convincente anche per Nagatomo, che ha lasciato la Beneamata nel gennaio 2018 per accasarsi al Galatasaray. Con il suo Giappone ha vinto il match contro la Colombia e aspira a superare il turno in un girone equilibrato che annovera tra le altre Polonia e Senegal.
Tra le sorprese di Russia 2018 che in passato hanno militato all’Inter c’è infine Sainsbury, difensore australiano (1 presenza con il club meneghino), autore di una grande prova al cospetto di Griezmann contro la Francia. Meno convincente nella seconda partita con la Danimarca, ma considerando che non si tratta di un profilo di prima fascia può andar bene così.

Leggi anche:  Dove vedere Parma-Cosenza, streaming gratis e diretta tv RAI?

 

  •   
  •  
  •  
  •