Chelsea, l’ammissione di Sarri: “Lo stop potrebbe farci perdere punti”

Pubblicato il autore: Stefano Corradi Segui

Maurizio Sarri – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Maurizio Sarri ha chiesto ai suoi giocatori di impegnarsi al massimo nel match di questo pomeriggio contro il Cardiff City, nella speranza di poter scongiurare il rischio che di solito comportano le pause internazionali.

Il Chelsea di Sarri al momento detiene un record di 4 vittorie su 4 in Premier League e vorrebbe continuare su questa striscia, ma la possibilità di perdere punti dopo gli impegni di alcuni dei suoi giocatori con le rispettive nazionali è un qualcosa che lo preoccupa sinceramente, soprattutto dopo l’esperienze avute con in Serie A con il Napoli.

L’esperienza di Sarri

Sarri ha avuto la prima esperienza di questo fenomeno con il Napoli, vedendo le performance dei suoi giocatori calare nei match immediatamente successivi alle pause internazionali. Pertanto, ancor prima dell’incontro col Cardiff, ha chiesto ai suoi uomini di tenere alta la concentrazione per una partita più complicata di quanto potrebbe sembrare.

Se sono rilassato? Non proprio, perché quella di domani [sabato, 15 settembre, ndr] sarà una partita difficile, molto difficile“, ha dichiarato il c.t. dei Blues ai microfoni di The Evening Standard.

Ricordo che nella mia prima stagione a Napoli, la media punti per partita durante la stagione era di 2.28, credo. Ma, dopo le pause internazionali, la media calava fino a toccare quota 1.31 o 1.32. Per questo motivo so che le partite dopo le pause sono veramente molto difficili”.

“Fortunatamente nell’ultima stagione in Italia, la media era sempre la stessa: 2.4 nella stagione, 2.45 dopo le pause. Questo successe solo perché, dopo la prima stagione, i giocatori avevano capito la difficoltà di questo tipo di incontri. Ho presentato questi numeri ai mie giocatori e gli ho spiegato la mia esperienza in questo tipo di situazioni

Le prossime tre settimane vedranno il Chelsea in campo per le partite di Europa League League Cup, assieme ai soliti impegni di Premier League, un periodo molto intenso che impegnerà gli uomini di Sarri a giocare sette partite in rapida successione. L’allenatore italiano ha rivelato di aver già cominciato a prepararsi per questo lungo e intenso periodo, in modo da poter guadagnare il maggior numero di punti possibili.

Sarri ha poi aggiunto: “Dobbiamo giocare 7 partite in 23 giorni, perciò dobbiamo lavorare tanto. Ho visto molte partite del Cardiff, del PAOK [la squadra che il Chelsea sfiderà in Europa League, ndr], del West Ham e del Liverpool. Sto lavorando duramente. Qualche volta lavoro qua, qualche volta a casa. Le ore di lavoro si sono fatte lunghe. Durano 12, forse 13 ore, ma per me è un piacere. Non riesco a pensarlo come vero un lavoro.”

  •   
  •  
  •  
  •