Premier League, Chelsea – Bournemouth. Sarri su Howe: “È sveglio e intelligente”

Pubblicato il autore: Stefano Corradi Segui

Maurizio Sarri – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

L’ex tecnico di Napoli, Empoli e nuovo allenatore del Chelsea Maurizio Sarri non ha certamente risparmiato le parole di lodi per l’allenatore del Bournemouth Eddie Howe. Sarri lo ha descritto come “clever” e “intelligent” (sveglio e intelligente), predicendo una lunga e fiorente carriera per il tecnico del Bournemouth, avversario di questo pomeriggio del Chelsea.

L’incontro avvenuto anni fa

Non si tratta della prima volta che i due tecnici si incontrano. Si erano già conosciuti anni fa, quando Sarri allenava ancora l’Empoli. Howe era venuto in Italia apposta per incontrarlo e chiedergli qualche consiglio su come battere squadre più forti. L’allenatore italiano rimase stupito dall’alta opinione che quel giovane inglese aveva della sua squadra. Sin da allora, Sarri e Howe hanno mantenuto i rapporti, scambiandosi reciprocamente messaggi occasionali.

Certamente a qualcuno potrebbe sembrare strano che a un coach inglese fosse venuta l’idea di andare in Italia a vedere gli allenamenti dell’Empoli, una squadra appena promossa in serie A e con un allenatore che aveva alle spalle soltanto esperienze in squadre di basse divisioni.

Tuttavia, contro ogni pronostico, l’Empoli allenata da Sarri non solo era riuscita a guadagnarsi e a tenersi stretta la promozione, ma era pure riuscita nell’impresa di dare del filo da torcere a squadre, sulla carta, molto più forti. Infatti, si sarà certamente ricordato De Laurentiis del 4 a 2 che l’Empoli di Sarri aveva rifilato al suo Napoli, allora allenato da Rafael Benitez, quel 30 aprile del 2015. Tanto bene gli sarà rimasta impressa nella memoria quell’impresa, da convincerlo a reclutare il tecnico toscano l’anno successivo.

I complimenti ad Howe

Oggi, dopo tre stagioni trascorse sulla panchina del Napoli, Sarri e Howe si incontrano di nuovo, ma questa volta come avversari e l’allenatore italiano, ormai diventato un indiscusso coach di prima categoria, dovrà sperare che le lezioni impartite al giovane inglese non gli si rivoltino contro.

Alle domande su Howe rivoltegli dai giornalisti, il tecnico del Chelsea risponde: “Quando avevo 40 anni [l’età di Howe] allenavo una squadra non professionista [Tegoleto] nella Serie D italiana. Non mi stupisce che Eddie sia arrivato dove è arrivato perché è molto sveglio e molto intelligente. Io credo sia pronto. Ha 40 anni, ma è pronto. Probabilmente, quando io avevo 40 anni non ero ancora pronto.”

La sfida di oggi

Alla quarta giornata di Premier League, Chelsea e Bournemouth si incontrano e Sarri, memore delle lezioni impartite al collega, invita la sua squadra a restare vigile, nella speranza di non rovinare la striscia positiva mantenuta fino adesso.
Queste le parole del tecnico italiano: Come ho detto prima sono una squadra pericolosa. Nella fase difensiva sono molto ben organizzati. Se hanno la possibilità di trovare spazio, sono molto pericolosi in contropiede. […] Attaccano molto bene gli spazi e nei tempi giusti, per questo sono pericolosi. Se non giochi molto bene, mantenendo alta l’attenzione, è facile perdere contro di loro.”

Un avversario temibile, quindi, questo Bornemouth che, stando alle parole del tecnico del Chelsea, può rappresentare una sfida più complicata di quanto non sembri. Vedremo oggi pomeriggio come andrà a finire.

  •   
  •  
  •  
  •