Genoa-Sampdoria: Giampaolo contro Juric, sfida tra filosofie di gioco opposte

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Marco Giampaolo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Aria di Derby a Geova che vedrà il classico Genoa-Sampdoria, ovvero il derby della Lanterna, uno dei più sentiti d’Italia tra due tifoserie che sono legatissime alle proprie squadre. Stasera alle 20,30 la città di Genova si fermerà per guardare i propri beniamini, come ogni anno, e come ormai da diversi anni nella massima serie italiana.

C’è aria di rilancio in casa Sampdoria, dove il tecnico Marco Giampaolo spera di far riprendere i propri giocatori dopo le ultime brutte sconfitte che hanno un po’ arenato i blucerchiati. Stessa cosa vale per il Genoa di Juric, che sta facendo un campionato al di sotto delle aspettative tanto da doversi ormai confrontare con lo spettro della retrocessione. Per il tecnico del Genoa si tratta quasi di un in or out, e una sconfitta potrebbe costargli la panchina. Derby quindi importantissimo per il futuro di entrambe le squadre.

Il coach sampdoriano vuole comunque tentare di fare uno sgambetto al Genoa, per rilanciarsi in classifica e soprattutto regalare una gioia a squadra e tifosi:

“Il derby è una partita speciale: ha un valore importante per la città, ma il dramma che vive la città non va confuso con questa partita. Una partita che va vissuta e giocata con emozione. Affronteremo un avversario con caratteristiche particolari, ma mi aspetto una Sampdoria che giochi a calcio: i derby vinti, li abbiamo vinti giocando a calcio. La squadra non deve cambiare modo di essere per la stracittadina. Il derby resetta tutto: non puoi pensare alle tre sconfitte precedenti. Questa è una gara che devi giocare e non subire, una partita in cui non devi avere rimpianti perché insieme ai compagni hai fatto tutto quello che si poteva fare per vincere”.

Come sempre è importantissimo il gioco per Giampaolo, tecnico forse sottovalutato da parte delle grandi società della Serie A ma su cui il presidente Ferrero ha voluto investire, mostrando che la sua celta è stata più che ottima, risultati alla mano, perché l’ex Empoli ha dimostrato di poter portare il bel calcio anche in una piazza grande come quella della Genova blucerchiata, e non soltanto nei piccoli centri di provincia.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Derby della Lanterna: Giampaolo: “ I Giocatori li abbiamo rimessi a posto”

Il 4-3-1-2 di Giampaolo è infatti ormai sinonimo di bel gioco, a dimostrazione di come in certe realtà alcuni tecnici puntano molto allo spettacolo, anche a discapito dei risultati. Per quanto riguarda i calciatori che scenderanno in campo il tecnico annuncia:

“I giocatori li abbiamo rimessi a posto negli ultimi giorni: qualche dubbio c’è sempre, ma avremo ancora domani mattina per pensarci. La sosta è servita per interrompere quel trend negativo che ci aveva accompagnato nelle ultime partite. I ragazzi parlano tra loro: chi ha già giocato il derby è prodigo di consiglio, poi ci sono i filmati, i nostri tifosi che verranno a trovarci in hotel: c’è poco da spiegare ai nuovi, tutti sanno dell’importanza di questa gara. La paura fa novanta ed è l’unica cosa che l’accomuna al calcio: fino a tre domeniche fa eravamo la miglior difesa, non penso alle statistiche e ai numeri. L’unica cosa che mi preme è che la mia squadra faccia la partita giusta. Le differenze col Genoa di Juric? Quando parlo di mondi opposti non voglio dire che è meglio il mio sistema di gioco rispetto a quello di Juric: sono due filosofie diverse, il mio calcio più a zona, il suo più a uomo, dipende anche dal vissuto”.

Sfida quindi tra due filosofie di gioco opposte, una più sofisticata, quella di Giampaolo, e una più pratica, quella di Juric che però, in questa stagione non sta brillando.

Leggi anche:  Brooklyn Nets-Milwaukee Bucks: streaming e diretta tv? Dove vedere gara 7

Derby della Lanterna. Giampaolo: “Loro hanno una squadra aggressiva”

E’ una partita piena di insidie contro una squadra molto aggressiva, e questo che spiega il coach Giampaolo attraverso le pagine di gazzetta.it“Il Genoa? Avversario che rispetto molto, allenatore che rispetto molto: è una squadra che ha caratteristiche che possono darci fastidio. Molto rispetto per loro, ma molta fiducia nella mia squadra. Loro hanno una squadra aggressiva, che non ti fa giocare e con attaccanti alti bravi a sfruttare gli spazi. Tutte cose sulle quali siamo preparati. Hanno uno spirito battagliero, ci marcheranno a uomo e proveranno a toglierci spazi e lucidità. Bisognerà essere bravi a fare la nostra la partita, ma li rispetto molto e bisognerà fare una partita anche in base alle loro caratteristiche. Mi piace molto anche Juric, come allenatore e come uomo. Ho molto rispetto per il Genoa, ma ho molta fiducia nella Sampdoria. Che clima mi aspetto dopo quanto accaduto al Ponte Morandi? Nello sport ci deve essere la rivalità, lo sfottò, anche in quello si sta insieme. Gli sfottò ci stanno: bisogna fare un distinguo tra sport e vita quotidiana”.

 

  •   
  •  
  •  
  •