Il Milan pensa al futuro: Gasperini per il dopo Gattuso

Pubblicato il autore: Carla Battaglia Segui

Si fanno sempre più insistenti le voci dell’arrivo sulla panchina del Milan del tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini, fresco di rinnovo fino al 2021. L’ipotesi Gasperini però non è nuova, secondo alcune indiscrezioni il nome del tecnico piemontese circolerebbe già da diverso tempo negli ambienti milanisti. Già un anno fa, infatti, Gasperini sarebbe stato inserito in una rosa di probabili allenatori in caso di mancata conferma di Gattuso.
I vertici dell’Atalanta hanno però seccamente smentito la notizia attraverso l’amministratore delegato del club bergamasco Luca Percassi che ha dichiarato “Gasperini al Milan? Credo non ci sia nulla e che siano voci infondate. Durante la settimana di sosta per le nazionali bisogna pur scrivere qualcosa, ma il calciomercato al momento è l’ultimo dei nostri pensieri”.
Nonostante questa smentita, però l’interessamento dei vertici milanisti sarebbe reale e rientrerebbe in un progetto più ampio di collaborazione con il club bergamasco. Il Milan avrebbe messo gli occhi su due centrocampisti, l’olandese de Roon e lo svizzero Freuler e inoltre ha urgente bisogno di rinforzare la difesa e il nome giusto potrebbe essere proprio il centrale brasiliano

Leggi anche:  Milan, Paolo Maldini: contatto con il Gent per Yaremchuk e spinta su Zaccagni

Gianpiero Gasperini – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Toloi. Le basi per trattare ci sarebbero, il contratto di Toloi scade nel 2020 e l’Atalanta avrebbe già fissato la base su cui intavolare le trattative, si parla di una cifra vicina ai 15 milioni di euro.
Quindi l’arrivo di Gasperini sulla panchina rossonera potrebbe non essere un’ipotesi così lontana se arrivassero anche i  giusti rinforzi. Rinforzi che Gasperini aveva chiesto all’Atalanta ma che non sono mai arrivati. Ad agosto, infatti, il mister aveva criticato l’operato dei vertici atalantini ed espresso la propria delusione per la campagna acquisti ritenendola esigua e poco competitiva nonostante il budget a disposizione “se si vogliono ripetere i risultati degli ultimi due anni forse serve un allenatore più bravo”.

  •   
  •  
  •  
  •