Altra tegola per la Lazio, dopo Caicedo si ferma anche Milinkovic Savic

Pubblicato il autore: Carla Battaglia Segui
Sergej Milinkovic Savic segna il gol del 3-1 21-01-2018 Roma Campionato Italiano Serie A Tim incontro SS Lazio Vs Chievo Verona allo stadio Olimpico di Roma. Match day SS Lazio Vs Chievo Verona at the Olimico Satium in Rome. @ Marco Rosi / Fotonotizia

Sergej Milinkovic Savic – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Altra tegola in casa Lazio, dopo lo stop di Caicedo per un problema agli adduttori si ferma anche Milinkovic Savic. Il centrocampista serbo, impegnato con la nazionale nella fase a gironi della Uefa Nations League, si è infortunato in allenamento.  Durante la conferenza stampa di ieri, il ct Mladen Krstajic ha annunciato lo stop imposto dai medici al giocatore della Lazio, ufficialmente in via precauzionale “Milinkovic Savic ha riportato un problema al tendine del ginocchio. Per ora salterà la partita con il Montenegro di sabato”. Lo stesso giocatore biancoceleste non ha dato ulteriori notizie al riguardo dichiarando di non sapere esattamente quanto tempo rimarrà lontano dal campo.  Secondo quanto dichiarato da Krstajic, attuale commissario tecnico della nazionale serba ed ex giocatore dello Schalke 04 e Partizan Belgrado, si tratterebbe solo di un’infiammazione al tendine del ginocchio che non dovrebbe destare particolari preoccupazioni. Nelle prossime ore i medici visiteranno nuovamente il giocatore  e decideranno se il centrocampista dovrà tornare a Roma oppure rimanere a disposizione di Krstajic per il match contro la Lituania di martedi 20 novembre.
Il timore è che lo stop potrebbe essere più lungo del previsto pregiudicando una stagione già non all’altezza delle aspettative. Da inizio campionato il rendimento di Milinkovic Savic è stato altalenante, mai realmente incisivo se si esclude la partita con il Genoa in cui ha segnato il suo unico goal in campionato.   La notizia dello stop di Milinkovic Savic ha destato preoccupazione a Formello in vista dei prossimi impegni tra campionato ed Europa League. Tra dieci giorni, infatti, la Lazio incontrerà il Milan in uno scontro diretto che la squadra di Inzaghi è costretta a vincere se vuole tenere il passo di Inter e Napoli impegnate in partite meno impegnative, almeno sulla carta. L’inter infatti affronterà il Frosinone mentre il Napoli, sempre in casa,  sarà impegnato con il Chievo. Il 29 novembre,invece, la Lazio è attesa a Nicosia per la partita di ritorno del girone H contro l’Apollon Limassol.

Leggi anche:  Italia, partenza col botto, ma piedi per terra
  •   
  •  
  •  
  •