Squalifica Maldini, la versione del Milan: dall’arbitro offese ai ragazzi della Primavera

Pubblicato il autore: claudiomenafra Segui

Paolo Maldini – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

”Sei più scarso di tuo fratello”, queste le parole che avrebbero fatto scattare la reazione furiosa di Maldini culminata a suon di pugni sulla porta dello spogliatoio dell’arbitro Colombo.

L’avvenimento rappresenta ormai l’epicentro di un polverone mediatico che ha direttamente colpito il club rossonero: la squalifica per ben 3 giornate sportive inflitta ad Andrea Conti e la parallela inibizione di Paolo Maldini, dirigente attuale e storica figura rossonera, a seguito della gara disputatasi contro il Chievo. I due rossoneri avrebbero colpito a suon di pugni la porta dello spogliatoio dell’arbitro Andrea Colombo. I colpi, poi, secondo alcune testimonianze, sarebbero stati accompagnati da insulti nei confronti dell’arbitro stesso .

Squalifica Maldini, offese al secondogenito e reazione furibonda

Dinanzi a tali dichiarazioni, desta enorme curiosità e meraviglia proprio l’atteggiamento di Maldini, non solo per il ruolo ricoperto, ma soprattutto per la sua consueta e serafica imperturbabilità, in contraddizione con le voci riportate. Ad innescare l’inaspettata reazione del leader rossonero sarebbe stata proprio la condotta poco professionale dell’arbitro stesso, che avrebbe peccato di atteggiamento scorretto durante la gara nei confronti di alcuni giocatori del Milan, soprattutto nei riguardi di Daniel Maldini, secondogenito di Paolo. Pare che l’arbitro ci sia andato giù pesante, oltre che sul personale, proferendo le seguenti parole: ”Sei ancora più scarso di tuo fratello”, riferendosi ovviamente a Christian, ex giocatore della primavera rossonera.

Leggi anche:  Italia-Galles: quella volta che...i precedenti

La ricostruzione della versione veritiera dei fatti è però questione ancora ardua, proprio in queste ore si cerca affannosamente di poter dare un barlume di oggettività alla vicenda; si attende il probabile ricorso del Milan contro la sentenza del Giudice Sportivo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: