Verso Milan-Juventus, Suso sempre più trascinatore e Higuain scalpita

Pubblicato il autore: Cosimo Commisso Segui

Milan – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il Milan, uscito indenne dalla sfida di Europa League contro il Betis, sta pian piano risorgendo dalle ceneri. Gattuso, vicinissimo all’esonero dopo la serie di sconfitte maturata tra campionato e coppe, può accennare un timido sorriso in vista dei prossimi impegni. Se i rossoneri hanno superato questo momento di crisi, il merito è soprattutto dello spagnolo Suso. Quest’ultimo, in seguito ad un inizio altalenante, ha preso per mano l’intero pacchetto offensivo inanellando una serie di prestazioni incredibili. La doppietta di Reggio Emilia, il gol decisivo contro la Sampdoria, l’assist per Romagnoli ad Udine e la punizione insidiosa di ieri raccontano di un mese più che positivo per l’ala ex Liverpool. E pensare che l’arrivo di Castillejo dal Villareal aveva messo in discussione anche la sua titolarità. Tra gli addetti ai lavori ci sono opinioni contrastanti, c’è chi lo considera monotono a causa della classica mossa a rientrare e chi ne è totalmente affascinato. Gattuso però, tra i mille problemi affrontati, ha trovato in Suso sempre una soluzione. L’ascesa di Cutrone ha spinto il tecnico verso l’esperimento delle due punte, ma a farne le spese molto spesso è stato Calhanoglu o Bonaventura, mai lo spagnolo.

Leggi anche:  Una grande Italia si qualifica agli ottavi di finale

Domenica arriva la Juventus… e Bonucci

Il Milan vorrebbe proseguire la striscia di risultati utili consecutivi che le ha permesso di raggiungere il quarto posto, la tanto ambita zona Champions. Ma domenica sera l’avversario sarà di quelli ostici, difatti a San Siro scenderà in campo la Juventus. Quest’ultima, reduce dalla sberla ricevuta in Champions League per mano del Manchester United, si presenterà col coltello fra i denti come accade spesso dopo ogni piccola batosta. L’ex di turno, Gonzalo Higuain, dovrebbe essere regolarmente della partita. L’argentino si è trasferito a Milano nell’ultima sessione di mercato, venendo praticamente scaricato dalla dirigenza bianconera a causa dell’arrivo di Cristiano Ronaldo. Chissà quanti rimpianti tormentano in queste ore l’attaccante, quanta fame di voler colpire chi non ha creduto in lui. La storia d’amore con i rossoneri non è partita come ci si poteva attendere, troppi acciacchi fisici e poco feeling tra i partner d’attacco. Higuain è, però, un giocatore estremamente duttile ed intelligente, di quelli che appena trovano la regolarità non si fermano più. Appena cinque mesi fa, infatti, al novantesimo decise lo scudetto proprio nello stadio che ora lo ha accolto, affossando l’Inter.

Leggi anche:  Sky o Eleven Sports? Dove vedere Brasile-Perù in tv e in streaming, Copa America 2^ giornata

Negli intrecci avvenuti tra le due squadre, non si può non menzionare il ritorno del “figliol prodigo” Leonardo Bonucci alla corte di Allegri. Il difensore italiano, dopo aver rilasciato dichiarazioni d’amore per il Milan, è rientrato a Torino non appena ne ha avuto l’opportunità. Stagione fallimentare, quella scorsa, per colui che avrebbe dovuto spostare gli equilibri della retroguardia rossonera. L’accoglienza sarà infuocata da parte dei tifosi, ancora increduli e furibondi per come si sia evoluta la vicenda. I rumors dei continui ripensamenti circolavano già dopo un mese dall’approdo a Casa Milan, ma la decisione definitiva di abbandonare la nave pare sia arrivata proprio a causa della disfatta contro la Juventus in finale di Coppa Italia.

  •   
  •  
  •  
  •