L’Istanbul Basaksehir è primo in Turchia con tanti campioni over 30

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui


Nelle ultime stagioni una squadra che si sta guadagnando l’onore delle cronache è l’Istanbul Basaksehir, formazione turca cresciuta in maniera esponenziale negli ultimi cinque anni.
Il club quest’anno potrebbe coronare il progetto con la vittoria del campionato nazionale. Dopo 18 giornate infatti guida la Super Lig turca con 38 punti, 6 in più rispetto al Galatasaray secondo in classifica.
I risultati ottenuti finora non sono frutto di casualità, ma di una programmazione mirata e volta ad attirare giocatori già pronti al successo (e quindi un po’ più avanti con l’età).
Di conseguenza la squadra allenata da Abdullah Mucib Avcı si ritrova in rosa diversi over 30 di assoluto valore, che in passato hanno fatto grandi cose nei migliori campionati d’Europa.
Partendo dalla difesa il nome di spicco è quello di Clichy, che ha vinto molti trofei in Inghilterra con le maglie di Arsenal e Manchester City. Stessi palcoscenici calcati anche dall’attaccante togolese Adebayor, sempre abile nel vedere la porta.
Non è da meno il centrocampo, con l’ex interista Emre Belozoglu (va verso i 39 anni), Inler, protagonista in Italia con le maglie di Napoli e Udinese e Arda Turan reduce dall’esperienza al Barcellona. Sulla corsia sinistra spazio ad Elia, meteora della prima Juventus di Conte.
Meno noto è l’attaccante italiano Stefano Napoleoni, classe 1986, autore di due reti in questa stagione. Dopo aver girovagato tra Polonia e Grecia, dal 2016 sembra aver trovato la sua dimensione ideale nella rosa arancio-blu.
La sessione di calciomercato invernale ha poi portato altri due elementi dal passato importante, ovvero Robinho e Demba Ba. Sono loro i tasselli mancanti, che dovranno dare la scossa per conquistare il primo storico titolo della storia dell’Istanbul Basaksehir. Si tratterebbe di un’impresa epica, viste le ben note forze del calcio in Turchia (che in questa fase non se la stanno passando benissimo) e la giovane storia di questa compagine, fondata nel 1990.

Leggi anche:  Primera División argentina: il River Plate espugna in dieci il “Kempes” e vola a +7
  •   
  •  
  •  
  •