Calcio Serie B: tutti le ipotesi di classifica alla vigilia dell’ultima giornata

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Domani pomeriggio alle ore 15 si giocheranno in contemporanea tutti i match dell’ultima giornata di Serie B che dovranno emettere la seconda squadra promossa in Serie A insieme al Brescia, le squadre che giocheranno i playoff, quella impegnate nello spareggio playout e il club che farà compagnia a Carpi e Padova già retrocesse in Serie C.

Serie B, zona promozione

Lecce 63 punti- Palermo 62 punti: I salentini giocano contro lo Spezia in casa, mentre il Palermo sarà impegnato alla Favorita contro il Cittadella. Ovviamente la squadra di Fabio Liverani con una vittoria sarebbe promossa senza aspettare il risultato dei siciliani, mentre con un pareggio dovrebbe sperare che i veneti escano indenni dalla trasferta palermitana. Nel caso remoto di un arrivo a pari punti, Palermo promosso grazie agli scontri diretti. Chi arriverà terzo giocherà i playoff saltando il primo turno.

Per dovere di cronaca va detto che il Palermo è stato citato in giudizio a causa degli ex presidenti Maurizio Zamparini e Giovanni Giammarva per l’accusa di aver falsato i bilanci dal 2014 al 2017, con tanto di patrimonio che dunque, risulterebbe gonfiato. La sentenza è prevista per lunedì prossimo dove la richiesta della Procura prevede la retrocessione del club rosanero all’ultimo posto in classifica con conseguente retrocessione diretta in Serie C. In alternativa è prevista una penalizzazione che potrebbe escludere la squadra di Delio Rossi non solo dalla Serie A, ma anche eventualmente dai playoff che molto probabilmente saranno posticipati.

Serie B, zona playoff

Benevento 57 punti: Unica squadra del gruppo già sicura della propria posizione, ovvero quarto posto. Dunque l’impegno sul campo della capolista Brescia servirà come allenamento in vista della post season dove la squadra campana inizierà dal secondo turno (semifinale).

Leggi anche:  Lega Pro Girone B: Mantova di misura sulla Fermana, tre punti per la zona playoff

Pescara 52 punti: Gli abruzzesi vorranno cercare di confermare il quinto posto e per farlo dovranno battere la Salernitana affamata di punti, con un pareggio sarebbero qualificati lo stesso ma non sicuri del quinto posto, mentre per uscire dalla zona playoff dovrebbe perdere e contemporaneamente vincere Verona, Spezia, Cittadella e Perugia. Scontri diretti favorevoli con lo Spezia, mentre sta sotto Cittadella, Verona e Perugia, pari con la Cremonese (ma peggiore differenza reti).

Spezia 51 punti: La trasferta di Lecce non aiuta di certo i liguri attualmente sesti; una vittoria darebbe la qualificazione sicura; con una sconfitta in terra pugliese, per stare fuori dai playoff ci devono essere le vittorie di Cittadella, Verona e Cremonese.  Con questi risultati anche un pareggio però di fatto escluderebbe la squadra di Pasquale Marino perchè un arrivo a pari punti con Verona e Cremonese comporterebbe il nono posto che sarebbe una beffa.

Cittadella 50 punti: I veneti nella trasferta di Palermo si giocano tutto, con una sconfitta rischiano parecchio anche perchè Verona e Cremonese un punto solamente sotto a parità di punti starebbero meglio della squadra di Roberto Venturato. Con l’eventuale sconfitta in Sicilia, c’è  un’ipotesi che questa volta sorriderebbe al Cittadella ed è quella che una vittoria del Perugia contro i grigiorossi e un pareggio tra Verona-Foggia, comporterebbe l’arrivo a 50 punti di Perugia, Verona e Cittadella: in questo caso gialloblu settimi, Citta ottavo e umbri noni. A pari punti con lo Spezia, avanti quest’ultimi (doppia vittoria per 1-0).

Leggi anche:  Serie A femminile: la Juventus chiama, il Milan risponde

Cremonese 49 punti: E’ la squadra può in forma del campionato sono impegnati in un vero e proprio spareggio sul campo del Perugia e solamente una vittoria darebbe la certezza dei playoff. Con un pareggio la squadra di Massimo Rastelli si qualificherebbe con la sconfitta del Cittadella (scontri diretti a favore) a Palermo. La sconfitta invece manderebbe i lombardi in vacanza anticipata.

Verona 49 punti: La vera delusione del girone di ritorno e il neo allenatore Alfredo Aglietti che giocherà in casa contro un Foggia che si deve salvare sarà un match tutt’altro che facile. Con una vittoria sarebbe qualificazione tranne nel caso di contemporanei successi di tutte le squadre che la precedono. Comunque potrebbe bastare anche un pareggio visto che solamente con la Cremonese i veneti stanno messi male negli scontri diretti. La sconfitta condannerebbe il Verona a finire la stagione mestamente e pensare già alla prossima.

Perugia 47 punti: Gli umbri attualmente decimi hanno solamente una possibilità di centrare i playoff, ovvero la vittoria contro la Cremonese e la sconfitta interna del Verona.

Serie B, zona playout/retrocessione

Crotone 40 punti: Ai calabresi che giocheranno in casa contro l’Ascoli ormai salvo, basterà non perdere per salvarsi senza patemi d’animo e aspettare gli altri risultati.

Salernitana 38 punti: I campani si sono complicati la vita ed ora il nuovo allenatore Leonardo Menichini dovrà cercare di espugnare Pescara, altrimenti i granata non solo rischiano di giocare lo spareggio playout ma le contemporanee vittorie di Livorno (anche un pareggio), Foggia e Venezia vorrebbe dire addirittura retrocessione diretta che sarebbe clamorosa visto che solamente due mesi fa la Salernitana era a ridosso della zona playoff.

Leggi anche:  Serie C, dove vedere Palermo-Teramo: streaming e diretta tv Sky Sport?

Livorno 38 punti: I toscani impegnati in trasferta contro il Padova già retrocesso in Serie C, vincendo potrebbero salvarsi a patto che non vinca la Salernitana, il pareggio andrebbe bene se nessuna delle sue rivali vinca; la sconfitta vorrebbe dire quasi sicuramente playout a meno di un arrivo a 38 punti con Salernitana, Foggia e Venezia (classifica avulsa favorevole).

Foggia 37 punti: Se i satanelli vincessero a Verona male che vada giocherebbero i playout, se Salernitana e Venezia non vincessero sarebbe addirittura salvezza diretta; al contrario però se i pugliesi dovessero uscire sconfitta dal Bentegodi e i lagunari uscissero con i tre punti da Carpi, rossoneri in Serie C causa scontri diretti (1-1 e 1-0 per i veneti). Sconti diretti a sfavore anche con il Livorno.

Venezia 35 punti: I due punti nelle ultime quattro giornate hanno fatto precipitare i veneti al terz’ultimo posto. Alla squadra di Serse Cosmi per arrivare ai playout serve la vittoria obbligatoria sul campo del Carpi già retrocesso e una sconfitta del Foggia. Scontri diretti a favore con la Salernitana ma a sfavore con il Livorno.  In caso di arrivo a quattro squadre a quota 38 punti (Livorno, Salernitana, Foggia e Venezia), i lagunari sarebbero quintultimi.

Padova 30 punti: Retrocessa in Serie C.

Carpi 29 punti: Retrocessa in Serie C

  •   
  •  
  •  
  •