Calcio, Sarri: conferenza stampa dopo la vittoria sull’Inter in ICC

Pubblicato il autore: Nazzareno Minniti Segui

L’allenatore bianconero Maurizio Sarri, nella conferenza stampa che è seguita alla gara contro l’Inter a Nanchino – vinta dalla Juventus ai calci di rigore – ha elogiato Gigi Buffon definendolo “un combattente nato che nel momento di necessità si è fatto trovare pronto”.
Le prime domande dei giornalisti intervenuti sono state su De Ligt, autore dell’autorete che ha dato il vantaggio all’Inter nel primo tempo e su Cristiano Ronaldo che ha siglato il pareggio per i bianconeri.
Così Sarri sui due campioni: “De Ligt non ha nessuna responsabilità, Cristiano Ronaldo solita partita di ottimo livello. Possiamo migliorare molto nelle giocate in velocità in fase offensiva”.
Poi l’allenatore juventino ha commentato la gara: “Partita simile a quella con il Tottenham, primo tempo sotto ritmo e in difficoltà nel difendere in zone alte del campo, quindi costretti ad abbassarci. Nel secondo tempo più coraggio e quindi in quella fase di partita siamo riusciti a prendere in mano la gara. In questo dobbiamo migliorare, sulla capacità di accorciare su chi fa partire la pressione. Una squadra deve difendere quello che ha di fronte e non quello che ha alle spalle. Si sta chiedendo di cambiare modo di pensare e non è facile vederlo applicato in tempi brevi”.
In merito poi al processo di crescita della sua squadra Maurizio Sarri si è espresso cosi: “Ai ragazzi ho detto che in questo momento della stagione si possono accettare tutti gli errori, movimenti e tecnici, ma non volevo vedere passività. Volevo vedere una squadra che sbagliava, ma difendendo in avanti e non indietro. I ragazzi hanno recepito e nel secondo tempo siamo andati meglio”.
E poi su Buffon: “Un giocatore e un ragazzo stupendo. Un combattente nato e nel momento di necessità si è fatto trovare pronto. Per il ruolo del portiere la scelta è stata chiara fin dall’inizio, ho parlato con Buffon durante l’estate e i termini della nostra discussione sono abbastanza chiari. Il nostro titolare è Szceszny, Buffon sarà tenuto in forte considerazione. Farà sicuramente le sue partite. Ma ho voluto essere chiaro fin dall’inizio e lui è un ragazzo stupendo, perchè ha detto che in questo ruolo avrebbe guadagnato molto di più in altri club ma lui voleva tornare alla Juventus a tutti i costi”.
La conferenza si è chiusa con un commento su Rabiot: “Ha tutto per fare il centrocampista centrale e l’ha fatto anche piuttosto bene. Per me ha fatto una buona partita, ha giocato poco nel 2019. Ha margini di miglioramento enormi. Da centrocampista centrale ha stupito anche me”.
Al termine della gara, a bordo campo, Cristiano Ronaldo ha commentato di aver vinto “contro una grande squadra e un grande allenatore. Un piacere essere qui, mi piacciono moltissimo queste tournée, il pubblico cinese mi supporta tantissimo, sia a me che alla Juventus. È davvero emozionante essere qui”.
Cristiano Ronaldo ha parlato anche della partita, come detto, spendendo belle parole per i rivali: “È sempre molto bello competere contro grandi club come l’Inter, una delle nostre più grandi rivali. Una grande squadra con un grande allenatore. Secondo me abbiamo meritato di vincere, soprattutto nel secondo tempo abbiamo giocato molto bene”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Prva Liga croata: Dinamo Zagabria-Fiume 0-2