Milan, preso Rafael Leao: domani le visite mediche?

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui


Il Milan è pronto a piazzare un primo colpo in attacco: Rafael Leao, punta classe 1999, è infatti pronto a trasferirsi in rossonero direttamente dal Lille. Continua, dunque, la “linea verde” in casa Milan. Dopo aver ceduto Patrick Cutrone al Wolverhampton (operazione da circa 18 milioni più bonus), il Milan si tutela, andando a prendere uno degli attaccanti più promettenti del panorama calcistico internazionale.

Lo dimostra il suo curriculum: a vent’ anni Leao è già diventato un punto fermo della squadra allenata da Christoper Galtier e, nella sua prima stagione in Francia, si è messo in risalto segnando 8 reti in sole 26 presenze. Inoltre, a dimostrazione del suo potenziale, Leao è già stato inserito in pianta stabile nel giro dell’ under 21 portoghese, con la quale ha esordito nel novembre 2017, quando era appena diciottenne.

Leggi anche:  Dove vedere Fiorentina-Cagliari: streaming e diretta TV, SKY o DAZN?

Per assicurarselo il Milan verserà ben 30 milioni nelle casse del Lille, squadra cui andrà anche il cartellino di Tiago Djalò, difensore della primavera rossonera.
Leao dovrebbe sbarcare a Milano domani per sostenere le visite mediche.

Il Lille continua dunque a vendere i propri gioielli e, dopo aver ceduto Nivolas Pepè per ben 80 milioni (con destinazione Arsenal), è ora pronto a dire addio anche a Rafael Leao, talento assistito da Jorge Mendes, sul quale si erano posati gli occhi di diverse big europee, anche italiane: Napoli, Inter, Roma e Juventus, avevano tutte effettuato dei sondaggi, ma alla fine è stato il Milan a spuntarla, grazie alla prontezza e alla determinazione con la quale si è mosso Leonardo.

La squadra, che ha accusato un po’ di sterilità offensiva in queste prime uscite stagionali, avrà così una nuova freccia al proprio arco. Vedremo come verrà utilizzato e valorizzato il ragazzo da Giampaolo, il Milan si appresta ad abbracciare un nuovo potenziale fuoriclasse.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: