Brescia – Juventus: Mario Balotelli attacca il direttore di gara e fa discutere per un video pre-partita

Pubblicato il autore: Giovanni Arestia Segui

Ieri si è tenuto il secondo anticipo della quinta giornata di campionato e la Juventus ha battuto, in rimonta, i padroni di casa del Brescia. Non c’è, però, partita di calcio che si rispetti se non ci sono delle polemiche e questa volta arrivano proprio dall’attaccante del Brescia Mario Balotelli. Al termine, infatti, del match e subito dopo il fischio del direttore di gara Fabrizio Pasqua, il noto attaccante ha rivolto delle accuse pesanti all’operato dell’arbitro affermando: “Sempre alla Juve, tutto a loro!”.

Le sue parole sono state riprese chiaramente dalle telecamere e si rivolgono chiaramente all’arbitro e ai suoi assistenti, ma si osserva anche come alcuni suoi compagni di squadra tentino di portarlo via forse per evitare polemiche più accese. Secondo Mario Balotelli italiano, la direzione arbitrale sarebbe stata particolarmente a favore dei giocatori bianconeri e per questo motivo aveva bisogno di sfogarsi prima che Gastaldello e altri compagni lo calmassero e lo riportassero negli spogliatoi.

Quella di ieri è stata la prima partita in Serie A dopo tre anni di assenza e oltre a questa piccola polemica, Balotelli ha fatto discutere anche per un’altra vicenda accaduta prima del fischio d’inizio. Prima, infatti, di ogni match le telecamere di DAZN compiono il tradizionale sopralluogo negli spogliatoi. Ieri, però, un breve frame ha mostrato Balotelli mentre portava in bocca un oggetto: molti lo hanno attaccato pensando si trattasse di una sigaretta ovviamente vietata negli spogliatoi. Gli amici del giocatore, invece, hanno subito smentito segnalando che si trattava di un crocefisso legato al padre adottivo Franco venuto a mancare nel 2015.

Al termine della partita, comunque, Mario Balotelli ha voluto ringraziare tutti i suoi tifosi su Instagram affermando di essere orgoglioso e fiero dei suoi compagni di squadra e tifosi.
  •   
  •  
  •  
  •