Calcio, ipotesi Euro 2020: al varo la proposta di posticiparlo in autunno

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Mentre l’emergenza Covid-19 non si accenna minimamente a placarsi in quasi tutto il mondo, causando la sospensione e il rinvio di tutti gli eventi sportivi in programma almeno fino al prossimo mese, l’organo amministrativo, organizzativo e di controllo del calcio europeo , ovvero la Uefa, sta cominciando a capire come riprogrammare il finale di stagione in attesa che si plachi questo maledetto virus.
L’appuntamento sarà per martedì 17 marzo quando attraverso la videoconferenza con le cinquantacinque federazioni affiliate, si proveranno a tracciare le linee guida per provare a far finire la Champions League e l’Europa League, ma soprattutto i campionati europei che ufficialmente sono in programma dal 12 giugno al 12 luglio in dodici città del continente, ma che al 99% verranno posticipati perchè ci sarebbero troppi rischi tra stadi pieni e spostamenti di tifosi per tutta Europa e con il rischio di contagio ancora troppo elevato e rischioso.
Ovviamente con lo spostamento della manifestazione europea tutti i campionati nazionali attualmente sospesi e le due competizioni per club dove sono attualmente in corsa ancora cinque formazioni italiane avrebbero il tempo di essere portati a termine, a patto che il Coronavirus si plachi.

Ipotesi Euro 2020

Attualmente le ipotesi per Euro 2020 sarebbero due: la prima è di spostarlo direttamente all’inizio dell’estate 2021, ma qui ci sarebbe l’accavallamento con altri eventi importanti: il campionato europeo Under 21 (Ungheria-Slovenia, 9-26 giugno), l’Europeo femminile (Inghilterra, 7 luglio-1 agosto) e soprattutto al Mondiale Fifa per Club a ventiquattro squadre da giocare in Cina (17 giugno-4 luglio).

Nelle ultime ore però filtrano rumors (fonte il Telegraph, quotidiano del Regno Unito) che Euro 2020 potrebbe disputarsi in autunno, ovvero tra la metà di novembre e la metà dicembre con conseguente pausa di tutti i campionati d’Europa e praticamente anticipando quello che succederà esattamente dodici mesi dopo, quando durante la stagione 2022-23, in Qatar si svolgerà la ventiduesima edizione del campionati del mondo (21 novembre-18 dicembre). Ovviamente per fare ciò si sta prendendo in considerazione di terminare in anticipo i gironi di Champions League ed Europa League che di solito terminano entro la prima metà di dicembre, ma tutto questo verrà discusso martedì prossimo, anche perchè non sarà affatto facile incastrare tutto, senza dimenticare che a settembre dovrebbe (il condizionale ormai è d’obbligo) cominciare anche la Nations League.

  •   
  •  
  •  
  •