Roma, Zaniolo felice: “Sto sempre meglio”

Pubblicato il autore: Spaziani fabrizio Segui

In questo periodo il mondo del calcio come del resto anche altri settori è fermo a causa dell’emergenza Coronavirus ma c’è anche chi può sorridere per qualcosa di veramente positivo.
Tra questi con anche il campionato europeo rimandato al prossimo anno c’è certamente Niccolò Zaniolo che a causa della rottura del ginocchio a gennaio si sta riprendendo a grandi ritmi.
Zaniolo sta svolgendo terapie tutti i giorni per migliorare il suo tono muscolare ma si è voluto concedere ad un’intervista su Instagram.
L’enfant prodige giallorosso dice che procede tutto bene e poi andrà a svolgere la sua consueta fisioterapia inoltre ci racconta come la sua classica giornata non è tanto diversa da prima dell’infortunio perché quello che non fa a Trigoria ora lo fa a casa, sperando di riprendersi il prima possibile.
Il calciatore a cui i tifosi gli sono stati molto vicini li ringrazia per il sostegno dimostrato anche in ambito economico a favore dello Spallanzani raggiungendo insieme alla società la somma di 500 mila euro.
Niccolò in questo momento terribile in cui è a casa dice di aver terminato tutti i suoi film di Netflix gioca a Fifa ed ad altri giochi ma spera che questa sosta forzata possa giungere alla conclusione.
Gli viene chiesto quale è stato sinora il suo goal più bello realizzato e lui risponde quello contro contro il Napoli per la costruzione dell’azione ma che anche gli altri sono da ricordare.
Inoltre dice che il rapporto coi suoi compagni di squadra è sempre positivo e scherzoso, specialmente con Spinazzola e Juan Jesus con cui ci si prende in giro.
Quando segna all’Olimpico dice di provare un’emozione indescrivibile e va sempre sotto la classica curva Sud, dicendo di trovarsi in un altro mondo.
Inoltre ci racconta della fortissima emozione la sera precedente il suo debutto allo stadio Bernabeu: “Mister Di Francesco mi aveva avvertito, non sono riuscito a dormire tutto la notte, col mio compagno di stanza Fuzato che, spensierato, se la spassava al computer, poi una volta sceso in campo non ho avvertito tanto la pressione”.
Per quanto riguarda il suo piatto preferito la carbonara prevale sull’amatriciana.
Niccolò stima molto il suo compagno di squadra Mkhitaryan prezioso sia in campo che fuori per le sue indiscusse qualità.
Quando gioca a Fifa il suo giocatore preferito è Mbappe’ che gli fa segnare sempre quei 7-8 goal.
Per quanto riguarda i suoi compagni dice di trovarsi in un gruppo molto coeso e di trovarsi benissimo con Pellegrini, Spinazzola e Mancini.
La sua emozione più forte è ovviamente stato il debutto contro il Real Madrid e ” Santiago” se l’è fatto tatuare sul braccio, ma anche la sua doppietta in Champions League contro il Porto è stato un momento indescrivibile.

  •   
  •  
  •  
  •